giovedì, 19 ottobre, 2017
Sei qui: Home / S / SALOME' - regia Nicolas Brieger

SALOME' - regia Nicolas Brieger

Salomé Salomé Regia Nicolas Brieger

dramma musicale in un atto
dal poema di Oscar Wilde
musica di Richard Strauss
Direzione musicale Gabriele Ferro
Regia Nicolas Brieger, Scene Raimund Bauer, Costumi Andrea Schmidt-Futterer, Luci Alexander Koppelmann
Grand Théâtre de Genève 2009

www.Sipario.it, 9 marzo 2009

Il Grand Théatre di Ginevra, sotto la direzione di Jean – Marie Blanchard, ha presentato nello scorso febbraio, con il sostegno della Fondation Leenards e del Cercle du Grand Théatre, una nuova produzione di “Salome” di Richard Strauss firmata da Nicolas Briger per la messa in scena e diretta musicalmente da Gabriele Ferro. Salome, da Oscar Wilde, come è noto, fu creata con grande scandalo il 9 febbraio 1905 alla Konigliches Opernhaus di Dresda il 9 dicembre 1905, salvo poi essere rappresentata da lì a breve con grande successo nel mondo intero . Richard Strauss scrisse praticamente lui stesso il libretto ispirandosi alla traduzione tedesca della pièce (scritta in francese) di Oscar Wilde ad opera di Hedwig Lachmann. Qualche anno prima ,nel 1903, compariva a Vienna un saggio sulfureo e profetico, ovvero “Geschlecht und Charakter” dell'appena ventitreenne Otto Weininger, ugualmente accolto in un primo momento molto negativamente, ma che in seguito influenzò un'intera schiera di scrittori, filosofi ed artisti europei ed in particolare ebbe molta fortuna presso scrittori ed artisti italiani, da Dino Campana a Giorgio De Chirico (solo per citare qualche nome), ed oggi purtroppo sembra quasi totalmente dimenticato non esistendo più in commercio (in Italia) una traduzione dell'opera o , addirittura, venendo quasi “censurata” per paura di parlare di argomenti proibiti. Il regista tedesco Nicolas Brieger, molto apprezzato ed applaudito in altre occasioni qui a Ginevra, assistito e coadiuvato dallo scenografo Raimund Bauer, dalla costumista Andrea Schmidt - Futterer e dall'ottima direzione delle luci di Alexander Koppelmann, ha cercato a sua volta di creare a tutti i costi uno scandalo mostrando in scena nudità ed ogni tipo di débauche (ma senza infondere la giusta e decisiva sensualità ed erotismo nella danza dei sette veli). Allo spettatore accorto però dello spettacolo non potrà che rimanere impressa la straordinaria e superlativa prestazione del celebre soprano Nicola Beller Carbone (nel ruolo titolo) in particolare per la grande purezza e virginalità (sia scenica che vocale per la trasparenza cristallina dell'emissione e l'ottimo legato) conferita al suo personaggio ed andando ben oltre l'immagine forzata di adolescente gotica che il regista tedesco voleva imporgli (anche se la celebre scena finale ha un suo preciso effetto sul pubblico). In particolare non si dimentica anche che la protagonista principale della serata, oltre ad essere perfettamente preparata vocalmente, ha anche una formazione di danzatrice classica. Accanto a lei nel cast vocale troviamo dei grandi professionisti quali Kim Begley nel ruolo di Herode, l'ottimo e celebre mezzosoprano Hedwig Fassbender nel ruolo di Herodias, Alan Held quale Iokanaan ed il giovane tenore finlandese Jussi Myllys nel ruolo di Narraboth ma tutti, senza alcuna eccezione, male diretti scenicamente. Nei numerosi ruoli secondari fa invece eccezione l'ottimo giovane mezzosoprano svizzero Carine Séchaye che faceva il suo debutto al Grand Théatre e che, data l'ormai importante carriera ed esperienza accumulata, speriamo di rivedere presto in un ruolo più impegnativo. Gabriele Ferro, da parte sua, nella fossa dell'orchestra, nonostante il grande sforzo dell'Orchestre de la Suisse Romande le cui potenzialità nel repertorio tedesco sono ben note, non è riuscito a rendere giustizia alla ricchezza armonica e timbrica della partitura anche se è riuscito a mantenere un buon equilibrio con il palscoscenico.

Dunque esito contrastato anche da parte del pubblico eccezion fatta, come dicevamo, per l'eroina della serata ovvero Nicola Beller Carbone. Pas de scandale dunque. Lo scandalo sarà rimandato forse ad un'altra produzione.

Giacomo Di Vittorio

Ultima modifica il Lunedì, 22 Luglio 2013 08:46
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.