mercoledì, 23 maggio, 2018
Sei qui: Home / D / DON CHISCIOTTE - coreografia Carlos Acosta

DON CHISCIOTTE - coreografia Carlos Acosta

Marianela Nuñez e Carlos Acosta in Don Chisciotte, coreografia Carlos Acosta Marianela Nuñez e Carlos Acosta in Don Chisciotte, coreografia Carlos Acosta Foto Dave Morgan

coreografia di Carlos Acosta
Balletto in tre atti.
Produzione e coreografia di Carlos Acosta sulle coreografie di Marius Petipa.
Musica di Ludwig Minkus arrangiata e diretta da Martin Yates.
Scenografie: Tim Hatley; Luci: Hugh Vanstone.
Con: Marianela Nuñez, Carlos Acosta, Christopher Saunders, Philip Mosley, Gary Avis, Bennet Gartside, Ryoichi Hirano, Laura Morera, Melissa Hamilton, Elizabeth Harrod e gli Artisti del Royal Ballet.
Orchestra della Royal Opera House diretta da Martin Yates. Regia per il cinema: Ross MacGibbon.
Londra, Royal Opera House, in diretta al cinema il 16 ottobre 2013.

www.Sipario.it, 19 ottobre 2013

Il Royal Ballet e il suo nuovissimo Don Chisciotte

"Una delle cose che mancava era un Don Chisciotte creato appositamente per questa compagnia", così Kevin O'Hare - Direttore del Royal Ballet - motiva l'esigenza di inserire questo titolo del 1869 nel repertorio della compagnia inglese. Per sopperire a questa mancanza O'Hare si è rivolto a Carlos Acosta, Principal Guest Artist del Royal Ballet. Il Direttore - nell'interessante filmato di presentazione della diretta al cinema - ci svela che il ballerino cubano per questo suo primo lavoro per la compagnia londinese "non ha avuto alcuna esitazione!".
Acosta negli anni ha danzato il balletto di Ludwig Minkus con varie compagnie e oggi nei panni di produttore e coreografo non ha avvicinato questo classico con alcun intento ricostruttivo: "non volevo risuscitare un pezzo da museo, un balletto storico, lasciandolo com'era. Volevo un approccio molto più fresco ma senza intaccare l'aspetto narrativo, quello spirito che rende questo balletto uno splendido capolavoro". Una scelta che coreograficamente approda ad un esito che rivela di aver affondato le radici conoscitive nelle numerose produzioni attualmente esitenti e nel linguaggio classico-accademico. Rispetto ad esso si è fatto spazio anche ad incursioni di diversa natura e trovate che conferiscono dinamismo ad alcuni momenti del balletto.
Forza e vigore nella coreografia sono preservati ma non sembrano poter contare su un pari supporto musicale. L'accattivante partitura di Minkus, infatti, qui non sempre palesa gaiezza, euforia e impeto: il nuovo arrangiamento di Martin Yates pensato per questa produzione spesso preferisce smussamenti che si rivelano sorprese non sempre gradite - soprattutto per chi non si avvicina per la prima volta al Don Chisciotte - ai fini dell'ascolto e della contestuale visione del vigore coreografico.
Le scenografie di Tim Hatley si strutturano prediligendo la continua diversità: alla sobrietà del primo atto seguono le vaste campiture cromatiche del secondo nel quale imperano enormi gerbere di grande effetto come a sottolineare un formidabile sogno di Don Chisciotte. Convincente l'ambientazione pensata per la taverna nella quale le note vicende di Kitri e Basilio procedono repentinamente.
Ad interpretare la figlia dell'oste è Marianela Nuñez, una delle migliori ballerine del Royal Ballet. Tecnicamente sempre precisa, cattura con la sua spontanea e familiare freschezza continuamente palesata. Kitri è ravvivata con fervida spigliatezza e resa accattivante e amabile: a lovely woman! Sembra essere lei la chiave di volta di questa produzione; un ruolo che si riconferma emblematico per smentire i vani cliché che talvolta aleggiano sul balletto classico.
Carlos Acosta è un Basilio risoluto e prestante ma che non sembra cedere troppo allo spettacolare virtuosismo.
A seguire in diretta al cinema il nuovo balletto della Royal Opera House ventuno Paesi collegati con il prestigioso luogo del Covent Garden. Ad impreziosire l'evento anche una stimolante interazione: prima, durante e dopo lo spettacolo i pensieri degli spettatori presenti nelle numerose sale cinematografiche arrivavano su Twitter contrassegnati dall'hashtag #ROHdonQ. Alcuni li abbiamo letti direttamente sul grande schermo durante gli intervalli, molti quelli scritti dai ballettomani italiani.
Un grande fervore attornia questi eventi in continua crescita riconfermando l'apprezzamento che converge sulla danza e sugli esiti dei lavori che riguardano i grandi titoli del repertorio classico.
Il prossimo appuntamento con il balletto in diretta dalla Royal Opera House è previsto per il 12 dicembre prossimo con l'amatissimo Schiaccianoci. A ballare saranno Laura Morera, Federico Bonelli, Gary Avis, Emma Maguire e Alexander Campbell in una recita che è gia sold out.

Vito Lentini

Ultima modifica il Domenica, 20 Ottobre 2013 07:31

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.