lunedì, 17 settembre, 2018
Sei qui: Home / C / CANTO - coreografia Laura Pulin

CANTO - coreografia Laura Pulin

Canto Canto Coreografia Laura Pulin

coreografia e allestimento: Laura Pulin
interpreti: Haizam Abdalla Garcia, Bledi Bejleri, Catia Dalla Muta, Elena Friso, Vincenzo Lacassia, Katja Muschter, Vincenzo Persi
musiche: Béla Bartók, Frédéric Chopin, Bernard Hermann, Arvo Pärt,
Giovanni Battista Pergolesi, Giacinto Scelsi, Franz Schubert,
Salvatore Sciarrino, Dmitri Shostakovich
supervisione musicale e musiche originali: Carlo Carcano
disegno luci: Francesco Catacchio
Padova, Teatro Verdi, maggio 2007

Corriere della Sera, 10 maggio 2007
«Canto» del gruppo NuDi, ispirato al libro di Dario Fertilio e Mario Botta

Sul palco danzano solo gli angeli PADOVA - Forse il mondo ha bisogno di cieli puliti, di armonie consolatorie, di antidoti ai veleni del nostro soffrire quotidiano: così, dopo anni di esilio, tornano gli angeli, messaggeri divini nati nelle più antiche civiltà e poi passati nei misteri felici della Fede e nei gironi incantati della poesia. Sono anche legati, gli angeli, alla custodia di chi li accetta e all' idea vincente del volo. L' altra sera dai cieli di Padova gli angeli sono scesi al Teatro Verdi dove la Compagnia «NuDi», con la coreografia di Laura Pulin, ha messo in scena, insieme con il Nuovo di Torino, il balletto Canto, spettacolo moderno di rilevante qualità sia nell' interpretazione che nell' allestimento. Il balletto si ispira a un libro, La lingua degli angeli, per principianti, Skira Editore, scritto dal giornalista del Corriere della Sera Dario Fertilio e corredato da una serie di splendide illustrazioni di Mario Botta, l' architetto del Mart di Rovereto e del Teatro alla Scala. In una serie di «lezioni» l' autore apre tutte le finestre possibili sul rapporto fra terra e cielo, su angeli e «persone», passando dalle Sacre Scritture alla letteratura, dalla filosofia alla scienza, con il preciso intento di giungere alla Verità: Botta inserisce gli angeli nel contesto della città di oggi, del monumento, della testimonianza artistica, della sofferenza dei popoli sconfitti cui le creature celesti, certo, dovrebbero porre più attenzione. Pensando al Canto come a una Lode all' amore e alla vita, Laura Pulin ha tentato con successo - partendo da immagini e storie parallele - di tradurre in situazioni e sentimenti umani le metafore che gli altri mondi suggeriscono al mondo in cui viviamo. Si comincia con la purezza dell' infanzia, con la bimba che accarezza un grande orso meccanico, l' immensa peluche dei desideri; si continua con annunci di felicità, di fertilità, di dolori, di passioni, di amicizia, contro ogni tentazione di solitudine, contro i tumulti della violenza e della aggressività. Gli angeli di Botta appaiono proiettati sui fondali - ne avremmo messi di più, tuttavia - ma le loro ali si materializzano solo nel finale, scendendo sugli artisti che, aiutati da questa benedizione, escono di scena come tanti messaggeri di luce e di gioia, e il mondo li accoglie in un' aura di salvezza. La piccola compagnia è molto ben preparata e ispirata (ha una buona guida), le musiche sono state assemblate (si va da Pergolesi a Pärt, passando per Chopin, Schubert, Shostakovic, Sciarrino) con chiarezza da Carlo Carcano; i costumi, dai toni arcaici perché ispirati a quelli delle civiltà egizia, cretese, grecoromana, sufi, hanno eleganza e sono firmati da Giulia Zuolo. La coreografia va per linee essenziali, ponendo in risalto le capacità dei singoli sul piano tecnico (con qualche prodezza accademica) e scavando anche nel loro Io, nel loro cuore. C' è quindi una forte carica emotiva, cosa piuttosto rara nel moderno italiano. Ora Canto è atteso a Vignale Danza e in altri Festival estivi. *** LE DATE Ecco le date della rassegna Prospettiva Danza: fino al 27 maggio «Prospettiva Danza Teatro 2007», diretta da Laura Pulin, riunisce a Padova - al Teatro Verdi e in altri spazi - giovani coreografi italiani ed europei in spettacoli e seminari.

Mario Pasi

Ultima modifica il Lunedì, 22 Luglio 2013 07:51
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.