domenica, 24 settembre, 2017
Sei qui: Home / Recensioni / Sipario Scuola GE-CREMA / E SE BARBABLÙ LASCIASSE LA PORTA SOCCHIUSA?


E SE BARBABLÙ LASCIASSE LA PORTA SOCCHIUSA?


E SE BARBABLÙ LASCIASSE LA PORTA SOCCHIUSA?

Cora Gasparotti, 5A Liceo Coreutico Gobetti Genova

La rivelazione parziale e la rielaborazione di un mistero che ha affascinato e incuriosito tutti durante l'infanzia, questo è ciò a cui assiste il pubblico venerdì 15 gennaio al Teatro dell'Archivolto di Genova.

La compagnia DEOS porta in scena la coreografia di Giovanni Di Cicco "Blaubart Blue" che analizza in profondità, accompagnata dalle note dell'opera di Bela Bartok, i mille aspetti e le svariate sfaccettature del termine "blue", sospeso tra malinconia, gioco e oscurità. Lo spettacolo si apre con tutti gli interpreti in scena, non vi sono quinte, il pubblico é completamente coinvolto nell'azione, non viene nascosto nulla, nemmeno i cambi dei vestiti o gli spostamenti, che al contrario sono resi incredibilmente espressivi e utili alla comprensione. Le protagoniste sono le mogli di Barbablù, che mostrano in modo assolutamente inaspettato e di impatto tutte le loro più intime sfumature, dalla gioia al dolore, dall'illusione all'autodistruzione, confondendo i ruoli. Non vi è più distinzione tra il movimento e l'intenzione ma soprattutto non è più possibile capire chi è buono chi è cattivo, chi è preda e chi è predatore, chi è forte e chi è debole. Le mogli di Barbablù diventano solo dei volti, delle sue caratteristiche in carne ed ossa. La porta che ha sempre tentato chi ascoltasse la favola è stata lasciata socchiusa se non spalancata, pur mantenendo degli aspetti misteriosi, rivelando appieno il complesso e intrigante personaggio di Barbablù attraverso una danza altrettanto sfaccettata, fatta di spasmi, equilibrio, armonia e dissonanza. Il pubblico, come si rivela anche nell'incontro successivo con gli interpreti, rimane affascinato dall'atmosfera magica e inquietante creatasi sul palco, specchiandosi in Barbablù e nelle sue mogli, come in un sogno ad occhi aperti.

Ultima modifica il Venerdì, 06 Maggio 2016 08:03
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.