domenica, 23 luglio, 2017
Sei qui: Home / Recensioni / CINEMA / (CINEMA) - "Transformers - L'ultimo cavaliere" di Michael Bay. Ma quante ne ha fatte re Artù!?

(CINEMA) - "Transformers - L'ultimo cavaliere" di Michael Bay. Ma quante ne ha fatte re Artù!?

"Transformers - L'ultimo cavaliere" di Michael Bay "Transformers - L'ultimo cavaliere" di Michael Bay

Transformers - L'ultimo cavaliere (Transformers: The Last Knight)
di Michael Bay
Con Mark Wahlberg, Anthony Hopkins, Laura Haddock, John Turturro, Stanley Tucci
USA 2017

Ma quante ne ha fatte re Artù!?

E' il 484 e re Artù (Liam Carrigan), insieme a Lancillotto (Martin McCreadie) e ai suoi uomini sta strenuamente combattendo contro un esercito molto più numeroso del suo e aspetta Merlino (Tucci) che gli ha promesso di arrivare con un'arma potentissima; il mago, intanto, ubriaco fradicio è all'ingresso di una grotta e prega qualcuno di venire ad aiutarlo; ecco che arriva, in forma di drago meccanico, un Transformer/Drago che distrugge i nemici del re. Ora siamo in tempi moderni e l'America ha dichiarato fuorilegge i Transformers (sia i buoni Autobot che i perfidi Decepticon), creando un corpo speciale, il TFR, che li combatte e li tiene prigionieri in speciali recinti; in uno di questi, gestito dal capo del TFR, il colonnello William Lennox (Josh Duhamel), penetrano, curiosi, quattro bambini (Benjamin Flores jr., Juliuscesar Chavez, Samuel Parker e Daniel Iturriaga); i militari li scoprono e del parapiglia che ne segue approfitta Izabella (Isabela Moner), un'orfana che vive in quel campo in compagnia di alcuni Autobot, per cercare di far scappare Bumblebee (voci: Eric Aadahl/Saverio Indrio) e il piccolo Topspin, un Transformer/Vespa Piaggio; gli uomini di Lennox li bloccano ma arriva Cade Yeager (Wahlberg), l'amico e protettore degli Autobot, con Hound (voci: John Goodman/Francesco Pannofino) e Drift (voci: Ken Watanabe/Andrea Lavagnino) e li salva. Giunto al suo deposito di auto, nel quale, aiutato dal recalcitrante assistente Jimmy (Jerrod Carmichael), nasconde e cura gli Autobot, con l'aiuto di Izabela rimette in sesto Bumblebee e la ragazzina ottiene il premesso di rimanere lì con lui ma, poco dopo, l'arrivo delle truppe del TFR li costringe a scappare. Intanto Optimus Prime (voci: Peter Cullen/Alessandro Rossi) è su Cyberthrone, un pianeta che si sta sfaldando e che lui pensa essere la sua patria, e la Trasfomer-Medusa Quintessa (Gemma Chen) lo convince che, solo distruggendo la Terra, che ne avrebbe provocato la rovina, il pianeta potrà risorgere. Lui rapisce due agenti della CIA e, per rilasciarli, chiede ed ottiene la liberazione di Megatron (voci: Frank Welker/Luca Biagini) e di altri pericolosi Decepticon; con il loro aiuto Quintessa spera di poter trovare il bastone di Merlino e, grazie alla sua potenza, di far sparire la Terra. Cade viene, intanto, prelevato dal Trasformer Cogman (voci: Jim Carter/Paolo Marchese) - un maggiordomo inglese pieno di sussiego e di manie – che lo porta al castello del suo padrone, sir Edward Burton (Hopkins). Qui c'è anche la giovane Professoressa di Storia Inglese Vivian Wembley (Haddock), il cui padre (Stephen Hogan) era stato un'autorità negli studi del mito di re Artù. Il lord spiga loro che il mondo è in pericolo e che solo loro (lui perché un Transformer morente gli aveva dato il talismano che lo indicava come l'ultimo Cavaliere della Tavola Rotonda e lei in quanto ultima erede del mago Merlino) possono salvare il mondo trovando il bastone del mago. Poco dopo da Cuba arriva al Pari una telefonata dell'ex-agente Simmons (Turturro), che si sta godendo lì con alcuni Transformers rifugiati i proventi del suo libro, che in cambio della nomina a baronetto rivela il luogo ove trovare la chiave del rapporto tra la Terra e Cyberthrone. Cade e Vivian - che sono un po' cane e gatto ma anche molto attratti reciprocamente- e, guidati da Burton, si impadroniscono di un sommergibile con il quale insieme a Cogman, scendono verso le coordinate che hanno trovate tra le carte del padre di lei, inseguiti da Lennox. Arrivano alla tomba di Merlino ma, appena prendono il bastone, Otimus Prime e i suoi li raggiungono e portano via l'arma. Quintessa ha già mosso i resti di Cyberthrone contro la Terra, che sta per essere distrutta e il generale Morshower (Glenn Morshower), il capo della difesa, è indeciso tra le indicazioni misticheggianti di Lennox (che ha deciso di fidarsi di Cade e Vivian) e i suggerimenti del fisico della Nasa (Tony Hale), che propone di usare una quantità enorme di energia nucleare. I nostri (anche sir Burton che viene ucciso dai Transformers) sono intanto arrivati ai dolmen di Stonehedge, indicati dalle profezie, quale luogo dell'impatto definitivo e qui Optimus Prime si scontra con Cade ma, quando sta per ucciderlo, si rende conto di essere stato raggirato da Quintessa e si rimette a capo degli Autobot. Nella battaglia finale – nella quale Izabela e Topspin sono eroicamente decisivi - Vivian e Cade riescono a strappare il bastone alla Medusa e ad annientarla, salvando la Terra.
I giocattoli della Hasbro ne hanno fatta di strada dal 1984: sono da subito un cartoon, nel 1992 diventano un fumetto della Marvel, dal 1990 al 2000 sono – solo per i giapponesi - un manga, dal 2002 sono protagonisti di videogames di grade successo editati dalla Dreamwave e, successivamente, dalla IDW; dai videogames Steven Spielberg e la Universal hanno tratto nel 2007 il primo film della serie diretto, come tutti i successivi dal solidissimo Michael Bay (The Rock, Armageddon, Pearl Harbor). Ora siamo al quinto capitolo e gli alieni-macchina, che hanno fatto e visto di tutto, diventano un pezzo di Storia: combattono (con qualche anacronismo: il mito di Artù è collocato in po' dopo il 484) al fianco dei Cavalieri della Tavola Rotonda, decidono, con una sortita nel quartier generale di Hitler, delle sorti della Seconda Guerra e sono alla base del mistero di Stonehedge. Gli autori, consapevoli dell'appesantimento che questa svolta dà alla storia, hanno accentuato le parti comiche, negli altri film affidate, principalmente, ai battibecchi tra i Transfomers soldatacci (Hound in testa): le gag del manierato Cogman che ad un certo punto viene chiamato da Cade: "Jeeves" (dal nome del celebre maggiordomo creato da Wodehouse ) e, soprattutto, una serie di doppi sensi tra Cade e Vivian; questi divengono addirittura vaudeville nella scena in cui la madre (Sara Stewart), la nonna (Maggie Steed) e le zie (Phoebe Nicholls e Rebecca Front) della ragazza equivocano, eccitatissime, le esclamazioni dei due mentre cercano indizi nella stanza del padre ("Tiralo fuori!", "Deve essere più duro!"). Anche questo è però un segno di stanchezza della serie che non sta producendo incassi incoraggianti (anche se, come il precedente, può sperare nel ricchissimo mercato cinese). Come sempre mi fa piacere constatare l'ottima resa del non facile adattamento e del doppiaggio, curati dal mago Carlo Cosolo. Non è forse un caso che, nonostante la difficoltà stagionale, in Italia il film stia reggendo bene.

Antonio Ferraro

Ultima modifica il Sabato, 01 Luglio 2017 20:57

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.