Stampa questa pagina

TEATRO SULL’ACQUA 2018 - Un oasi viva di tanti eventi e spettacoli. - di Mario Mattia Giorgetti

Massimo Pagano e Edoardo Siravo in “Ma se mi toccano”, regia Hervé Ducroux Massimo Pagano e Edoardo Siravo in “Ma se mi toccano”, regia Hervé Ducroux

Arona, il Festival “Teatro sull'Acqua”
Un oasi viva di tanti eventi e spettacoli
con la partecipazione attiva del pubblico

Il Festival “Teatro sull'Acqua" di Arona ha già compiuto otto anni di vita. Partito in sordina oggi si mostra con forte attenzione sia agli enti preposti alla cultura locale, Regione, Comune e Sponsor, sia alla cittadinanza locale, sia ai vacanzieri, per la sua polivalente programmazione, ricca di appuntamenti culturali, di eventi, performance, spettacoli.

BD6A0116-5D15-4A09-B448-4ECB15D65930

Nato da un idea di Dacia Maraini, il Festival “Teatro sull'Acqua", in realtà, da quello che abbiamo visto in questa odierna edizione, si svolge sull'intero territorio di Arona: da spettacoli a bordo lago, - con partecipazione di barche, attori, musicisti, cantanti, con sedie montate sul pendio dell'Antico Porto di Piazza del Popolo di Arona, che si affaccia sul pelo d'acqua del lago, su un improvvisato piccolo palcoscenico i cui sostegni erano le basi di barche rovesciate, con tanto di strutture di riflettori, amplificazione- dove abbiamo assistito alla prova generale aperta al pubblico, dello spettacolo serale "Ma se mi toccano" del noto scrittore di gialli e drammaturgo Maurizio De Giovanni, regia complessa e riuscita di Hervé Ducroux, protagonista assoluto il bravo, ironico, goloso Edoardo Siravo, nelle vesti di Gioacchino Rossini, a cui è dedicata la rappresentazione con tanto di repliche nel periodo del Festival, con un preludio di Dacia Maraini per sottolineare il rapporto dell'opera con il Lago Maggiore, agli incontri nella Piazza San Graziano, dove, alle 18,15, si accalca una immensa folla per ascoltare dissertazioni sui libri degli ospiti

18B37E70-43E1-4D75-802B-03213455996F

(da "Tre donne" di Dacia Maraini intervistata da Paolo Ambrosini, a Massimo Cacciari, interrogato dalla stessa Dacia sul libro "Generare Dio", e poi la volta di Lia Levi con "Questa sera è già domani", di Maria Pia Veladiano con "Lei", di Daria Bignardi "Storia della mia ansia", di Simona Lo Iacono "Il morso", di Cristina Battocetti con "Bobi Bazien") agli eventi itineranti lungo dei luoghi deputati della città con una breve rappresentazione de "La Centaura" di Dacia Maraini, con la Compagnia "O Thiasos Teatro Natura", agli spettacoli in Villa Ponti dove si è recitato "Modern Family" di Giovanna Donini con Annagaia Marchioro e Virginia Zini, e poi "Scene dalla frontiera" di e con Davide Enia, accolto con entusiasmo dal pubblico sia per la spontanea bravura sia per la narrazione di denuncia sulla fine dei migranti nel mare, davanti a Lampedusa, "Cammelli a Barbiana Don Lorenzo Milani e la sua scuola" di Francesco Niccolini e con Luigi D'Elia,

55C16DBE-F0A5-4FE9-946A-AE4296432B89

e infine Teatro à là carte di Franco Acquaviva e Monica Marconi, che intrattengono, passando da un tavolo all'altro, per pochi minuti, gli avventori dei ristoranti con frammenti teatrali, e le visite guidate della Compagnia Teatro e Società, lo spettacolo "La scorticata" di e regia Emma Dante con Salvatore D'Onofrio e Carmine Maringola.

7A98B51B-6BFC-441F-80EF-EB1B0A5ED1C3

Insomma, Arona è animata dalle prime ore del pomeriggio a sera, e dove ad ogni proposta non manca mai la presenza del pubblico.
Un oasi di cultura, che dal 4 al 9 settembre fa vivere teatro, editoria, aggregazione, cultura all'insegna della creatività, dell'accoglienza gentile e garbata dell'organizzazione.

Mario Mattia Giorgetti

MA SE MI TOCCANO

Personaggi e interpreti

Gioachino Rossini - Edoardo Siravo

Ottone il pianista - Arduino Speranza
Leopoldo l'impresario - Massimo Pagano
Maria e Rosina - Federica Pieropan soprano
Chantal Dorè - Virginia McIntyre mezzo soprano
Rosa Sarti e voce di Lucia - Leonora Tess soprano
Popolana e Berta - Valentina Garavaglia soprano
Figaro - Daniele Piscopo baritono
Lucia - Rosalia Marino Amici per un sogno

Maestro concertatore e direttore dell'esecuzione musicale
Alba Pepe

Violino
Luca Rapazzini

Fisarmonica
Maurizio Russo

Scenografia e costumi
Lorenzo Mazzoletti

Aiuto regia
Andrea Paracchini

Aiuto costumista
Marta Ragazzoni

Coreografie
Giulia Murgianu

Rematori
Luigi Bellodi, Roberto Forni, Simone Ruffoni

Disegno Luci
Dennis Biaggi

Service audio-luci
iSolution s.r.l.

Figurazioni speciali
Luigi Bellodi, Daniela Bielli, Donato Cuozzo, Davide Cuozzo, Barbara Dal Farra, Noretta Gazzoli, Antonio Manciavillano, John Njogu, Elena Palumbo, Federico Pari, Eleonora Pelle, Nereo Turato, Anna Usellini, Juan Carlos Usellini, Maria Antonia Vergine, Vincenzo Zangari, Luciana Zavatta.

Ultima modifica il Sabato, 08 Settembre 2018 06:26

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.