Stampa questa pagina

43esima Edizione CANTIERE INTERNAZIONALE D’ARTE, “Viaggio Schumanniano I” - Un utile concerto-lezione. - di Mario Mattia Giorgetti

Da sin. Mariachiara Pagliai, Elena Minetti, Joseph Pascariu, Pietro Prianti, Michele Zaccaria, Gastón Fournier-Facio Da sin. Mariachiara Pagliai, Elena Minetti, Joseph Pascariu, Pietro Prianti, Michele Zaccaria, Gastón Fournier-Facio

Montepulciano, 43esima Cantiere Internazionale d'Arte
"Viaggio Schumanniano I"
Un utile concerto-lezione per migliorare
la conoscenza del pubblico partecipante

"Cantiere" di nome di fatto, è quello che sta dimostrando il 63esimo Cantiere Internazionale d'Arte.
Cantiere come luogo di lavoro, di preparazione, d'insegnamento e, infine, dimostrazione pubblica, affinché ci sia una crescita condivisa della comunità a cui ci si rivolge.
È ciò che abbiamo provato al concerto-lezione di questo "Viaggio Schumanniano I" presentato all'Istituto di Musica H. W. Henze, e dove verrà sviluppato in altre tre pomeriggi in sedi diverse.
Un incontro bene articolato: un adolescente, Joseph Pascariu, ha aperto con una breve marcia di Schumann; Elena Minetti, musicologa, ha introdotto su come si articolerà il pomeriggio, esibendosi più volte anche al piano; Gastón Fournier-Facio, poi, ha parlato della vita, della personalità complessa, dell'ecletticità del personaggio Schumann, del suo genio, del suo maschilismo, ma soprattutto della sua creatività di compositore, e della sua tragica fine in un manicomio, perché ossessionato dal tarlo della musica; l'attore Michele Zaccaria ha recitato in prima persona i fatti sia dell'artista, sia dell'innamorato di Clara, figlia di Friedrich Wiech che, oltre ad essere suo insegnante di pianoforte, lo ospitava nella propria casa e che per anni, poi, lo ha ostacolato, denigrato perché contrario al matrimonio che Schumann e Clara volevano celebrare, sfidando la contrarietà del padre. Completava il "viaggio" la giovane pianista Mariachiara Pagliai.
L'evento si è articolato tra momenti biografici, recitati, brani musicali, esibizioni del primo adolescente e del secondo Pietro Prianti coinvolti con maestria, che il pubblico accorso numeroso ha applaudito alla fine e a scena aperta in segno di approvazione di ciò che veniva loro offerto.
Infatti, questa lezione-concerto è stata la dimostrazione di quanto il pubblico voglia sapere, conoscere ogni singolo aspetto privato, bello è brutto che sia, dell'uomo e della statura dell'artista che ha lasciato una traccia del suo operato.
E questa, a cui abbiamo assistito, è una proposta vincente inserita in un vasto e ricco programma di grandi eventi della stagione del Cantiere Internazionale d'Arte.

Mario Mattia Giorgetti

VIAGGIO SCHUMANNIANO I
Elena Minetti pianoforte
Michele Zaccaria voce recitante
con la partecipazione di Gastón Fournier-Facio
Lezione-concerto su Robert Schumann (1810 - 1856)
Elena Minetti pianoforte
da Bunte Blätter op. 99
Drei Stücklein
1. Nicht schnell, mit Innigkeit
2. Sehr rasch
3. Frisch
Albumblätter
4. Ziemlich langsam
5. Schnell
6. Ziemlich langsam, sehr gesangvoll
7. Sehr langsam
8. Langsam
da Kinderszenen Op. 15 - Träumerei
Mariachiara Pagliai pianoforte
da Album für die Jugend op. 68
1. Soldatenmarsch
2.Trällerliedchen
Joseph Pascariu pianoforte
3. Wilder Reiter
Pietro Prianti pianoforte
Istituto di Musica H.W. Henze 18 luglio 2018

Ultima modifica il Giovedì, 19 Luglio 2018 09:35

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.