lunedì, 24 settembre, 2018
Sei qui: Home / BALLERINI-COREOGRAFI / Federico Bonelli

Federico Bonelli

Tamara Rojo e Federico Bonelli in "Birthday Offering" Tamara Rojo e Federico Bonelli in "Birthday Offering" Foto Tristram Kenton

Nato in Italia e cresciuto in una piccola città piemontese dove ha iniziato a seguire le prime lezioni di danza classica, è entrato a quattordici anni, nel 1992, all’Accademia di Danza di Torino, dove si è formato sia con insegnanti di balletto italiani sia con maestri cubani. Durante gli anni di studio ha partecipato a diverse competizioni internazionali ottenendo la Medaglia d’argento al Concorso di balletto dell’Avana a Cuba e il Primo premio al Concorso Internazionale di Balletto di Rieti. Dopo aver vinto una borsa di studio al Prix de Lausanne, nel 1996 è entrato a far parte del Balletto di Zurigo, dove è stato promosso al rango di Solista nel 1977. Negli anni di Zurigo ha danzato i ruoli principali in diverse coreografie del direttore Heinz Spoerli, come Romeo e in ruoli del repertorio classico come Albrecht in Giselle. Due anni dopo è passato all’Het National Ballet (il Balletto Nazionale Olandese), dove è stato promosso Primo Ballerino nel 2002.

Federico Bonelli
Federico Bonelli e Sarah Lamb in Chroma, cor. Wayne McGregor

In Olanda il suo repertorio si è arricchito di vari stili nell’incontro con i coreografi più diversi: il suo repertorio tradizionale includeva La Bella addormentata, Cenerentola, Lo schiaccianoci nella versione di Wayne Eagling, Romeo e Giulietta nella versione di Rudi Van Dantzig, La Sylphide e Onegin nelle versioni di Dinna Bjorn. Inoltre, Cajkovskij pas de deux, Sinfonia in Do, Serenade, Rubies, Duo Concertante di George Balanchine; Adagio Hammerklavier, Black Cake, Sarcasmen di Hans Van Manen; In the Middle, Somewhat Elevated, The Vertiginous Trill of Exactitude, Herman Schmerman di William Forsythe. Ha inoltre danzato coreografie di Léonide Massine, Jerome Robbins e GlenTetley.

Federico Bonelli
Alexandra Ansanelli e Federico Bonelli

Nel 2003 è entrato a far parte del Royal Ballet e da allora ha interpretato i principali ruoli del repertorio: Armand (in Marguerite and Armand di Frederick Ashton), Des Grieux (in Histoire de Manon di MacMillan) Romeo (in Romeo e Giulietta di MacMillan), il Principe (in Cenerentola e Lo schiaccianoci di Ashton), il Principe Désiré e il Principe Florimondo (nelle diverse versioni della Bella addormentata), Albrecht (in Giselle), Daphnis (in Daphnis et Chloé), Lenskij (in Onegin di John Cranko), James (in La Sylphide), Palemon (in Ondine di Ashton), Siegfried (nel Lago dei cigni). Inoltre ha danzato ruoli principali in Symphonic Variations (di Ashton), Requiem (di MacMillan), Polyphonia, DGV e Pavane (di Christopher Wheeldon) e, oltre a I quattro temperamenti, Balletto Imperiale e Agon di Balanchine, Tombeaux di David Bintley. Partecipa spesso a eventi e gala internazionali e nel 2005 ha vinto il Premio Positano “Léonide Massine” per il balletto.

Ultima modifica il Domenica, 11 Agosto 2013 15:20
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Altro in questa categoria: « Davide Bombana Luigi Bonino »

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.