martedì, 25 luglio, 2017
Sei qui: Home / Attualità / Mostre d'Arte / MOSTRE D'ARTE: Il Nilo a Pompei. Visioni d'Egitto nel mondo romano

MOSTRE D'ARTE: Il Nilo a Pompei. Visioni d'Egitto nel mondo romano

Statua di Falco (Horus), XXX dinastia, IV sec. a.c. Statua di Falco (Horus), XXX dinastia, IV sec. a.c.

Il Nilo a Pompei. Visioni d'Egitto nel mondo romano

Torino dal 1824 possiede il più antico Museo Egizio con la seconda collezione al mondo (la più importante al di fuori dell'Egitto) di antichità relative alla superba civiltà sviluppatasi sulle rive del Nilo: istituzione dinamica che trasformandosi nel 2004 in "Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino" - primo esperimento dello Stato italiano di un Museo a partecipazione privata - ha dato avvio a una nuova politica, sfociata con l'inaugurazione nell'aprile 2015 della Sede rinnovata, raddoppiata e ammodernata e ora, a distanza di un anno, con la prima mostra temporanea (nel nuovo spazio al terzo piano dedicato ad hoc) che lega il capoluogo piemontese a Pompei e Napoli nel segno del dialogo attraverso il Mediterraneo tra la cultura egizia e quella greco-romana.
Oltre 330 pezzi (provenienti da 20 musei italiani e stranieri di cui 172 prestati dalla Soprintendenza di Pompei e dal Museo Archeologico di Napoli dove hanno luogo le altre due esposizioni temporanee legate al comune denominatore dell'Egitto) sono in dialogo con le collezioni permanenti del Museo (il visitatore può anche seguirvi un percorso per approfondire le connessioni con la mostra). Raccontano la diffusione di riti e aspetti culturali egiziani sulle rive del Mediterraneo, all'epoca completamente romano, evidenziandone le diverse declinazioni e contaminazioni frutto di una "ibridazione culturale" come le divinità Iside compresa nel pantheon romano e Osiride-Api divenuta Serapide e contestualizzando i singoli reperti all'interno dei vari luoghi in cui sono stati ritrovati (a volte ricostruiti in 3D).
Per orientarsi nel complesso mondo religioso egizio si ricorda che Iside - il cui simbolo principale è il nodo isiaco - è dea della fertilità e della maternità, figlia di Geb (dio della Terra) e di Nut (dea del Cielo), sorella e sposa di Osiride (dio degli inferi e dell'agricoltura) e madre di Horus (dio del Cielo).
Le 9 sezioni stupiscono per la varietà e la qualità di quanto esposto tra cui lo splendido Bracciale in forma di serpente ottenuto da una fascia d'oro con squame e testa accuratamente cesellate, la Statua di Falco (Horus), raffinata rappresentazione in anfibolite del dio in forma di falco dal piumaggio facciale finemente inciso, la statua lignea Iside alata che protegge il Faraone con ali lungo le braccia e lo splendido Affresco con scena di giardino dalla Casa del Bracciale d'oro a Pompei compreso in un ciclo di affreschi con sfumati ed eleganti riferimenti alla terra del Nilo.

Torino, Museo Egizio, Via Accademia delle Scienze 6
9.00 – 14.00 lunedì
9.00 – 18.30 da martedì a domenica
Fino al 4 settembre 2016
Biglietto: intero € 15, ridotto € 11/1
Informazioni e prenotazioni: tel. 011 5617776, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Catalogo Fondazione Museo Egizio - Franco Cosimo Panini Editore

Wanda Castelnuovo

Ultima modifica il Martedì, 26 Luglio 2016 08:17

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.