Stampa questa pagina

STRADIVARIfestival 2018, CREMONA - dal 28 settembre al 14 ottobre

Otto concerti per una straordinaria parata di stelle del violinismo internazionale, con l'aggiunta dell'ormai tradizionale appendice dicembrina del "memorialday". Questo e altro ancora è, dal 28 settembre al 14 ottobre, STRADIVARIfestival 2018, una rassegna che mai come quest'anno porta all'Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino di Cremona il gotha del concertismo mondiale.
Il Festival prende il via venerdì 28 settembre (ore 21) con la violinista rivelazione Sarah Chang. Ex bambina prodigio è oggi riconosciuta internazionalmente come una delle interpreti più accattivanti, in grado di stupire per virtuosismo e musicalità. Affiancata da I Virtuosi Italiani, orchestra da camera specializzata nel repertorio settecentesco, suonerà con un prezioso Guarneri del Gesù brani di Vivaldi e Vitali.

F1253C34-7051-439C-9590-2C4A7A13904B

Sabato 29 settembre sarà la volta di Nikolaj Znaider. Dopo lo straordinario successo ottenuto il giugno scorso nel concerto di piazza Duomo a Milano con la Filarmonica della Scala sotto la direzione di Riccardo Chailly, Znaider salirà sul palco insieme all'Orchestra Filarmonica di Torino, suonando per l'occasione il Guarneri del Gesù del 1741 appartenuto a Fritz Kreisler.
Domenica 30 settembre riflettori accesi su James Ehnes, con lo Stradivari ex Marsick del 1715, e sulla brillante violoncellista Laura van der Heijden, accompagnati dalla prima orchestra da camera fondata in Inghilterra, i London Mozart Players.
Kirill Troussov, insieme alla sorella, la pianista Alexandra Troussova, sarà il protagonista giovedì 4 ottobre. Già allievo Sir Yehudi Menuhin, è tra i maggiori violinisti del panorama internazionale. Il suo Stradivari Brodsky del 1702, è proprio quello utilizzato da Adolph Brodsky, il 4 dicembre del 1881, per la prima esecuzione del celebre Concerto di Ciaikovskij.
Vincitore del premio Wieniawski a soli 10 anni, Maxim Vengerov è esponente di spicco della scuola violinistica russa. Sabato 6 ottobre si esibirà in duo con il pianista Roustem Saitkoulov, imbracciando lo Stradivari del 1727 appartenuto a Rodolphe Kreutzer, dedicatario della più famosa Sonata per violino di Beethoven.
Novità di questa sesta edizione è il Krylov Violin Project. Il Maestro russo sarà il mattatore di un doppio appuntamento: giovedì 11 ottobre come camerista con un ensemble di amici ribattezzato Krylov&Friends, mentre la sera successiva sarà impegnato nel doppio ruolo di solista e direttore insieme alla Lithuanian Chamber Orchestra. Due concerti imperdibili, anche per la straordinaria originalità e la difficoltà dei programmi che spaziano da Grieg a Shostakovich.

430038B0-D278-4782-9652-DDC82251E456

Per il gran finale, domenica 14 ottobre, STRADIVARIfestival ha in serbo un evento speciale dedicato al legame tra Italia e Russia sotto il segno degli strumenti ad arco, con Vladimir Spivakov e I Virtuosi di Mosca, un ensemble che in quasi trent'anni di attività si è affermato tra le migliori orchestre da camera del mondo.
In omaggio al grande liutaio, nell'anniversario della sua morte, martedì 18 dicembre alle ore 21 è in programma STRADIVARImemorialday: l'istrionico violinista Gidon Kremer, accompagnato dalla sua Kremerata Baltica e con la collaborazione del violoncellista Mario Brunello e del pianista Michail Lifits, porterà in scena un programma interamente dedicato a Mahler.

Informazioni: www.stradivarifestival.it

 

Ultima modifica il Sabato, 08 Settembre 2018 06:20
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Ultimi da La Redazione

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.