lunedì, 15 ottobre, 2018
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / MONTE-CARLO, il momento del circo. Tra pochi giorni al via la XXXIXa edizione del Festival

MONTE-CARLO, il momento del circo. Tra pochi giorni al via la XXXIXa edizione del Festival

Il canale RAI 3 trasmette da anni il "Festival International du Cirque de Monte-Carlo" in due parti: la prima viene programmata la sera della vigilia di Natale e la seconda a San Silvestro. Si tratta di due emissioni molto seguite dall'audience delle televisioni generaliste che associano il clima natalizio allo spettacolo circense. Effettivamente le riprese sono prodotte dalla compagnia francese "Telemondis" che poi le rivende alle varie testate europee, Rai compresa. La nostra rete si limita a modificare in parte la sequenza dei numeri e ad inserire alcuni commenti affidati ad una soubrette, il tutto con risultati spesso non felicissimi. In realtà, il Festival di Monte-Carlo si svolge nella seconda metà di gennaio di ogni anno per poi venire trasmesso in differita dalle varie emittenti nazionali.

Nonostante l'evidente importanza della televisione nel budget complessivo dell'evento, questa manifestazione ha mantenuto inalterata nel tempo la fiera identità che la colloca al vertice tra le più prestigiose competizioni del settore di cui è stata la capostipite.
Ciò che rende pressochè inattaccabile il prestigio della kermesse monegasca – a parte il sapore mondano che la caratterizza – è la capacità di rappresentare, nel corso delle epoche, l'evoluzione dell'estetica del circo classico, ovvero quello che sviluppa la sua azione nella tradizionale pista di tredici metri di diametro inventata da Philip Astley nel 1770.
Il prossimo 15 gennaio, quindi, prenderà il via la trentanovesima edizione del festival, ancora una volta sotto la presidenza effettiva della Principessa Stephanie e con la direzione artistica di Urs Pilz, svizzero di nascita e tedesco d'adozione. La passione del padre Ranieri III – creatore della manifestazione nel 1974 – si è trasmessa alla figlia Stephanie che sovraintende personalmente alle operazione di selezione dei numeri in competizione oltre che presiedere la giuria composta da esperti ed operatori del settore.
Scorrendo l'elenco delle attrazioni in programma – ventotto provenienti da undici nazioni – ancora una volta si possono ritrovare le principali espressioni e tendenze del circo attuale, dalla clownerie tradizionale al dressage degli animali; dal c.d. "circo di regia" alla presentazioni di exploit e virtuosismi puri e semplici.
La caratteristica dell'edizione ormai ai nastri di partenza è quella di vedere in lizza ben undici grandi troupe acrobatiche provenienti da Russia, Cina e Corea del Nord e per rmolte di queste è facile preconizzare l'attribuzione di diversi dei premi maggiori (i "Clown" d'oro, d'argento e di bronzo). Sarà soprattutto la scuola russa a fare la parte del leone visto che troviamo ben undici numeri in cartellone in arrivo dalle diverse compagnie moscovite. Tra questi, il gruppo di volteggiatori alla barra russa guidato da Arkadi Shatirov pare essere in grado di offrire performance inimmaginabili, come il quadruplo salto mortale indietro ed avanti sulla barra.
Ma le sorprese non mancheranno, come in ogni festival che si rispetti e proprio gli artisti italiani potrebbero giocare un ruolo da "guastafeste" nei confronti dei grandi favoriti. Del resto il nostro paese è al quarto posto nella classifica delle nazioni premiate al Festival di Monte-Carlo, dietro soltanto alle grandi potenze dei "circhi di stato" che abbiamo menzionato – le uniche in grado di produrre e presentare attrazioni collettive - e prima fra le nazioni occidentali.
Tra gli italiani in gara, citiamo il filferrista Erik Niemen e gli addestratori Elvis Errani - con tre elefanti indiani che si muovono agili e in piena sintonia col loro trainer – ed Alessio Fochesato, senza dubbio il miglior ammaestratore di variopinti pappagalli nel panorama dell'entertainment. Ma ricordiamo soprattutto i fratelli Gianni "Fumagalli" e Daris Huesca, portatori di una comicità tanto collaudata quanto efficace. Per loro già un "Clown d'Argento" all'attivo nel 2001.
Per il quarto anno consecutivo, il festival maggiore avrà una coda il 31 gennaio ed il 1° febbraio riservata ai giovani talenti che si esibiranno nella vetrina "New generation". Per loro la giuria sarà presieduta da Pauline, figlia di Stephanie che condivide con la madre la grande passione per l'arte circense.

Ultima modifica il Venerdì, 16 Gennaio 2015 18:08

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.