giovedì, 19 ottobre, 2017
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / L'Odin Teatret di Eugenio Barba festeggia 50 anni di vita teatrale. - di Mario Mattia Giorgetti

L'Odin Teatret di Eugenio Barba festeggia 50 anni di vita teatrale. - di Mario Mattia Giorgetti

Eugenio Barba Eugenio Barba

Cinquant'anni portati bene. L'Odin Teatret di Eugenio Barba ha raggiunto il mezzo secolo di attività distribuita a piene mani in tutto il mondo, con successi, acclamazioni, riconoscimenti e premi. Tuttora continua a tracciare la sua storia nel tempo come se fosse un novello debuttante. Nonostante la crisi internazionale che avviluppa il sistema teatrale, Eugenio Barba, nella sua nota e indimenticabile, inconfondibile tenuta, sfoggia la sua creatività sempre più ricca di contenuti, di denunce, di incroci linguistici, di immagini, di tessiture drammaturgiche poliedriche, innovative, incantando il pubblico che non fiata per settanta minuti di fronte allo spettacolo "La vita cronica", in tournée già da diversi anni, e ora approdato al teatro Elfo Puccini di Milano.

vitac01

Il regista italiano che cinquant'anni fa decise di fondare la comunità dell'Odin Teatret in località non lungi da Copenaghen, Hostebro, insieme ad altri attori che, come lui erano stati respinti all'esame di ammissione presso l'Accademia d'Arte drammatica danese, ha dimostrato con i suoi compagni di ventura, alcuni scomparsi, altri acquisiti, che "far teatro" è una scelta di vita, un servizio a se stessi e al pubblico, con modelli organizzativi e produttivi improntati alla convivenza e non allo sfruttamento dell'uno sull'altro.

Questa Compagnia, meglio chiamarla questa Comunità, si è data una missione, ha creato una sua costruzione teatrale da montarsi in spazi, ambiti diversi, per far sì che il rito teatrale si svolga sempre con le stesse modalità, con un pubblico che si fronteggia; e che, seduto su semplici panche, fa ala al rito che si celebra su una lingua di legno raccolta da due pareti da cui entrano ed escono gli attori "totali", poiché recitano, cantano, agiscono in abili pantomime, ballano, suonano, facendo sì che siano un tutt'uno con quei pochi, essenziali elementi scenografi, con l'oggettistica significante, di valore emblematico.

La vita cronica

Barba è sempre presente nell'accogliere il pubblico, sempre giovane e motivato, lo accompagna nel sistemarsi, si rende poi disponibile agli incontri, instancabile, generoso, attento alle osservazioni di coloro che lo avvicinano.
Usa lo stesso principio che accompagna il suo lavoro di demiurgo con i suoi attori, rendendoli liberi di proporre, creare, confrontarsi; e che, con la sua pignoleria quasi maniacale, assembla, aggiusta, corregge, modifica, fino a dare unità e armonia allo spettacolo.
Eugenio Barba, nomade teatrante, sposato alla sua idea di teatro che guarda sempre oltre quello che si può guardare, non ama che i suoi attori alla fine di ogni spettacolo accolgano i prolungati applausi; che, invece, nel vuoto della scena, diventano anch'essi pietrosi, protagonisti dell'evento, o meglio degli eventi offertici da cinquant'anni, dall'Odin Teatret.

Ultima modifica il Lunedì, 20 Ottobre 2014 22:16

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.