sabato, 23 settembre, 2017
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / Attualità - Festival de Cannes 2013: Borgman di Alex Van Warmerdam

Attualità - Festival de Cannes 2013: Borgman di Alex Van Warmerdam

Borgman Borgman di Alex Van Warmerdam

Borgman
di Alex Van Warmerdam;
con Jan Bijvoet, Hadewych Minis, Jeroen Perceval, Alex Van Warmerdam, Tom Dewispelaere, Sara Hjort Ditlevsen, Elve Lijbaart, Dirkje van der Pijl, Pieter-Bas de Waard, Eva van de Wijdeven

Un Bosco. Un prete e due uomini si aggirano alla ricerca di qualcuno o qualcosa che sembrano ben determinati a voler eliminare. Camiel Borgman (Jan Bijvoet) riemerge dal loculo sotto terra in cui non si sa perché, non si sa da quando, vive sepolto. Come lui altri due uomini. Inizia la fuga. Camiel arriva a bussare alla porta della villa di Marina (Hadewych Minis) e Richard (Jeroen Perceval), una ricca coppia sposata con tre figli. Chiede di poter fare un bagno ma Richard lo respinge con violenza abbandonandosi ad un ingiustificato attacco d'ira e sancendo così l'inizio di una torbida relazione tra Borgman e tutti i membri della sua famiglia. La porta infatti si chiude, ma Borgman entra comunque supportato da Marina che fin dall'inizio manifesta una strana fascinazione per questo sconosciuto. Da quel momento tutto nelle loro vite cambia: Marina sembra essere animata da una passione incontrollabile e a stento reprime le sue pulsioni sessuali verso Borgman, i tre figli si lasciano incantaree dai racconti fantastici di Camiel che ai loro occhi è un mago illusionista, Richard invece, inizialmente, non riesce a vederlo, sembra non accorgersi di quella presenza strana che si annida nella sua casa ed è solo quando Borgman si ripresenta alla sua porta totalmente ripulito che Richard inizia a subirne l'influenza. Borgman, infatti si candida come aspirante giardiniere dopo aver eliminato quello precedente cementadogli la testa e gettandone il corpo nel fiume. Inizia in questo modo una convivenza assurda perché oltre a Borgman si installano nella villa anche gli altri due uomini del bosco e due presenze femminili che non ci è dato sapere da dove vengano. Da quel momento tutto inizia a degenerare fino ad un tragico ed emblematico epilogo. "Borgman" è quindi un racconto surreale, una metafora con cui Alex Van Warmerdam ci offre un quadro spietato del suo paese non escludendo nulla: non mancano infatti una pennellata di razzismo con l'ottusità e la violenza con cui Richard accoglie Bormgan, una sfumatura di ipocrisia borghese per come Marina e Richard vivono la loro coppia, un tratto leggero di male insito nell'Uomo per come chi è di ostacolo viene semplicemente eliminato e dimenticato.
I toni sono noir, a tratti deliziosamente ironici da black comedy con momenti di grande potenza immaginifica e onirica. Gli interpreti sono tutti straordinari nel cogliere uno spirito differente in ogni sscena e la storia ha un 'nonsense' accattivante che lascia aperti molteplici interrogativi. Chi sia Borgman e perché si manifesti poco importa, quello che risulta evidente è come la sua presenza faccia emergere gli strati più profondi e scomodi dell'essere umano. E se l'intento del regista era appunto sconcertare non c'è ombra di dubbio che ci sia riuscito: '"Borgman" ha un effetto retroattivo piuttosto inquietante: si insinua nella testa e anche a giorni di distanza ci si ritrova a pensarci con immutato coinvolgimento.

D.G.

Ultima modifica il Venerdì, 24 Maggio 2013 09:09
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

Twitter Feed

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.