domenica, 18 agosto, 2019
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / AWARE – La Nave degli Incanti. IL TEATRO COME STRUMENTO DI ATTIVAZIONE SOCIALE 2 aprile 2019 | WeGil – Roma. -di Pierluigi Pietricola

AWARE – La Nave degli Incanti. IL TEATRO COME STRUMENTO DI ATTIVAZIONE SOCIALE 2 aprile 2019 | WeGil – Roma. -di Pierluigi Pietricola

AWARE – La Nave degli Incanti AWARE – La Nave degli Incanti

AWARE – La Nave degli Incanti
IL TEATRO COME STRUMENTO
DI ATTIVAZIONE SOCIALE
2 aprile 2019 | WeGil – Roma
di Pierluigi Pietricola

Il teatro non è solo una forma di spettacolo. Al contrario, è anche strumento di riflessione, analisi, giudizio mai fine a se stesso. Teatro come possibilità di scoprire l'altra faccia della luna, quella sempre immaginata o mai supposta, e comunque mai vista. Ma, soprattutto, strumento di attivazione sociale. Non solo perché andando a vedere uno spettacolo si ha la possibilità di fare incontri e conoscersi, ma perché è possibile dar vita a progetti artistici in grado di rivalutare storture e brutture che la società, suo malgrado, ha prodotto o è solo obbligata a subire. Questi i temi alla base di una tavola rotonda svoltasi a Roma qualche giorno fa dal titolo, per l'appunto, Il teatro come strumento di attivazione sociale. Occasione che ha dato anche la possibilità di presentare uno spettacolo che sicuramente farà parlare di sé: La Nave degli Incanti. Di che si tratta è presto detto: "Questa è la storia di Sofia, la bimba che non vuol dormire, di un pesce smarrito e di una nave".
All'interno delle iniziative di Matera Capitale Europea della Cultura nel 2019, prodotto dalla Gommalacca Teatro, il progetto "sintetizza, nei contenuti proposti e nelle metodologie sperimentate, gli ultimi dieci anni di lavoro artistico e pedagogico della compagnia, storicamente predisposta a utilizzare le pratiche e i significati dell'arte performativa come strumento di attivazione sociale dei territori in cui opera, spesso periferici e marginali rispetto ai grandi centri di produzione culturale".
Nella fattispecie il territorio periferico a cui La Nave degli Incanti si ispira è il Parco Mirales di Potenza, la "nave" di Rione Cocuzzo: struttura in cemento posta al centro del quartiere che, con il suo tetto-giardino, avrebbe dovuto riqualificare l'intera area. È accaduto, invece, che i cittadini la odiano. Di qui la sua poca frequentazione e l'abbandono.
Ma che succede se interviene l'arte teatrale, anche su d'una realtà poco edificante come questa? Che prendendo spunto dal mostro di Rione Cocuzzo, così realizzando una nave itinerante che partendo da Potenza arriverà a Matera passando per: Albano di Lucania, Calciano-Garaguso-Oliveto Lucano e Ferrandina, le varie comunità coinvolte ospiteranno uno spettacolo ad episodi – cinque per l'esattezza – con lo scopo non solo di portare la bellezza là dove, di fatto, non c'è; ma anche di favorire e incentivare un'idea di teatro dal vago sapore brechtiano. Quella, cioè, dell'atto teatrale come istante in cui le idee acquistano chiarezza. Dove il confronto è possibile senza che i luoghi comuni intervengano. E dove si può fornire un sano esempio di integrazione. Non ultimo, perché ogni spettacolo si nutrirà di storie ed elementi identitari raccolti via via di territorio in territorio.
Che ciò rappresenti una nuova forma di teatro è ancora presto per dirlo. Di sicuro, è un'idea che sottrae lo spettacolo dall'essere divertimento fine a se stesso, restituendogli la sua autentica funzione: quella del piacere della comprensione.

Ultima modifica il Giovedì, 04 Aprile 2019 11:30

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 31055088

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.