giovedì, 21 marzo, 2019
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / Concerto di JORG DEMUS - Rovereto, Teatro Zandonai. Quando la classe non ha età. -di Federica Fanizza

Concerto di JORG DEMUS - Rovereto, Teatro Zandonai. Quando la classe non ha età. -di Federica Fanizza

Jorg Demus. Foto Nicola Bortolamedi per gentile concessione dell'Accademia Filarmonica Rovereto Jorg Demus. Foto Nicola Bortolamedi per gentile concessione dell'Accademia Filarmonica Rovereto

Concerto di Jorg Demus

Associazione Filarmonica Rovereto
Jörg Demus, pianoforte
Claude Debussy
Suite Bergamasque
Les Images I e II
Voyage à travers le Monde (selezione dai Préludes)
Rovereto, Teatro Zandonai, 15 dicembre 2018

Quando la classe non ha età

A dispetto dei suoi 90 anni, classe 1928 appena compiuti il 2 dicembre, con un incedere in palcoscenico verso il pianoforte lento e felpato, tipico di una persona, carica di anni e di esperienza che si appresta a condividere un album di memorie, con indosso un cangiante completo grigio perla, cravatta gialla e scarpe sportive, così Jörg Demus, pianista austriaco leggendario, premio Busoni nel 1956 e presidente dello stesso nel 2015, si è presentato al pubblico del Teatro Zandonai di Rovereto per il concerto programmato il 15 dicembre 2018 dall'Associazione Filarmonica di Rovereto, in collaborazione con il Centro studi Arturo Benedetti Michelangeli di Brescia. È tappa di un tour per l'Italia settentrionale, ospite di realtà concertistiche minori, Lecco, Udine, Novara e non ultima Rovereto, animate da una lunga storia culturale di volontariato organizzativo musicale. Già nel corso dell'estate, il pianista austriaco si è presentato al pubblico trentino a Cles (Val di Non) nell'ambito del Festival della Val di Rabbi "Omaggio all'arte pianistica di Arturo Benedetti Michelangeli". Conserva integra la capacità di incantare il pubblico, che per la verità non riempiva il teatro roveretano, costituito da una nutrita presenza di giovani ascoltatori, quelli che accorrono quando esiste l'opportunità di ascoltare dal vivo i miti del concertismo classico. E Demus entusiasma ancora la platea per la sua freschezza interpretativa e di agilità di dita nel presentare un programma monografico dedicato alle produzione pianistica di Claude Debussy in occasione del centenario della morte del compositore francese. Sorprende la sua lucidità interpretativa nel rendere le sue composizioni specchio del clima culturale di inizio '900, fatto di abbozzi sonori e richiami all'esistente non classico, cenni che sembrano preludere a disarmonie tonali come a mondi musicali esotici, il tutto reso con una lettura razionale tendente a collegare le batture musicali in un unico discorso, riservandosi solo di puntualizzare alcuni passaggi timbrici senza enfasi. Si è trattata di una pura lezione di stile, della durata di quasi due ore, incentrato sulle Suite Bergamasque, con estratti da Les Images I e II serie e dai Préludes, brani conosciutissimi e verificabili anche dalla foltissima produzione discografica di Demus. Non si è risparmiato lo stesso artista che ha concesso due bis, un ulteriore Debussy e una sua composizione, omaggio al mondo armonico del compositore dedicatario del concerto, per accontentare la platea di ascoltatori grati di essere stati testimoni dell'evento.

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Dicembre 2018 11:39

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.