giovedì, 23 novembre, 2017
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / "Uno nessuno centomila" di Pirandello alla Fiera di Messina con Enrico Lo Verso regia di Alessandra Pizzi

"Uno nessuno centomila" di Pirandello alla Fiera di Messina con Enrico Lo Verso regia di Alessandra Pizzi

"Uno nessuno centomila" con Enrico Lo Verso, regia Alessandra Pizzi. Foto Margherita Mirabella "Uno nessuno centomila" con Enrico Lo Verso, regia Alessandra Pizzi. Foto Margherita Mirabella

Uno nessuno centomila di Pirandello alla Fiera di Messina
con Enrico Lo Verso regia di Alessandra Pizzi, 21 agosto 2017

Uno nessuno centomila, romanzo di Pirandello pubblicato nel 1927, è l'opera forse che più delle altre svela la sua weltanschauung, la visione d'un mondo con molte verità tutte uniche e tutte vere. Qualcosa che può far girar la testa ad ogni uomo, ma che dimostra la fondatezza d'una filosofia di stampo gorgiano che mentre scopre la sua essenza, può infilarlo in un cul de sac o in un labirinto rischiando una sola cosa: la pazzia. La follia come strumento di contestazione per eccellenza rispetto alle falsità della vita sociale, l'arma che fa esplodere convenzioni e rituali, riducendoli all'assurdo e rivelandone l'incoscienza. L'opera è stata proposta adesso in alcuni spazi della Fiera di Messina in maniera solipsistica da un Enrico Lo Verso su di giri con folta barba bianca e camicione bianco, di lui abbiamo sempre viva l'immagine di Farinelli - Voce regina film di Gérard Corbiaud del 1994, disinvolto a calarsi nei panni di Vitangelo Moscarda e fare il verso ad alcuni personaggi di contorno quali la moglie Dida che vorrebbe rinchiuderlo in manicomio e la 25enne Anna Rosa che pur amandolo gli sparerà alcuni colpi di pistola senza ammazzarlo. L'adattamento e regia sotto forma di monologo sono state curate con dovizie di particolari da Alessandra Pizzi, trattando la materia come una storia contemporanea chiedendosi lei come noi chi sia realmente il Moscarda in una società diventata sempre più tecnologia e multimediale. Che vede al centro un personaggio benestante figlio d'un banchiere, convincersi ad un tratto che l'uomo non è "uno", ma "centomila", ovvero tante diverse personalità quante gli altri gliene attribuiscono, solo chi scopre tale verità nella realtà diventa "nessuno". Una verità scoperta per caso, allorquando la moglie gli dice che il suo naso è leggermente storto, subendo una crisi di identità, rendendosi conto che le persone che lo circondano hanno un'immagine di lui completamente diversa. Alla ricerca di scoprire chi sia veramente, il tranquillo Gengè, così lo chiama la moglie, arriverà alla follia in un ospizio, dove però si sentirà libero da ogni regola, in quanto le sue sensazioni lo porteranno a vedere il mondo da un'altra prospettiva. Moscarda conclude che per uscire dalla prigione in cui la vita lo ha rinchiuso non basta cambiare il proprio nome perché la vita è in continua evoluzione. Il nome rappresenta la morte. Dunque, l'unico modo per vivere in ogni istante è vivere attimo per attimo la vita, rinascendo continuamente in modo diverso, pure sotto forma d'un oggetto naturale che può essere pietra, nuvola, pianta o vento. Questo è il senso di Uno nessuno centomila. Lo spettacolo prodotto dalla Ergo Sum, fa parte della rassegna "Agosto in... Fiera a Messina", promosso dalla People on the Move di Claudio Prestopino in collaborazione della Rete di Drammaturgia Contemporanea "Latitudini" di Gigi Spedale.

Gigi Giacobbe

Ultima modifica il Venerdì, 25 Agosto 2017 05:09

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.