lunedì, 22 aprile, 2019
Sei qui: Home / Attualità / I fatti / Antonio Latella direttore della Biennale Teatro - Il regista napoletano nominato a capo della prestigiosa istituzione. -di Nicola Arrigoni

Antonio Latella direttore della Biennale Teatro - Il regista napoletano nominato a capo della prestigiosa istituzione. -di Nicola Arrigoni

Antonio Latella direttore della Biennale Teatro Antonio Latella direttore della Biennale Teatro

«Latella ha conquistato una posizione di grande rilievo nel teatro internazionale e potrà progettare festival di grande interesse, ma ha anche sviluppato una personale vocazione alla scoperta e alla formazione di nuovi talenti, tema quest'ultimo al quale la Biennale dedica particolare attenzione e impegno» – ha dichiarato Paolo Baratta, presidente della Biennale di Venezia, annunciando la nomina del regista a direttore della sezione teatro per il quadriennio 2017-2020. Finalmente l'Italia delle istituzioni si 'accorge' di Antonio Latella e affida al regista napoletano un incarico di prestigio e di assoluto valore che fa ben pensare per il futuro. Antonio Latella è infatti oggi – a tutti gli effetti – uno degli esponenti di spicco del nostro teatro, un regista che sa con intelligenza e cuore coniugare la grande tradizione italiana con un agire artistico di valore internazionale.
Antonio Latella succede alla direzione di Àlex Rigola e assume un'eredità importante e impegnativa. «Prendendo forza dall'eredità lasciata dal grande lavoro fatto in questi anni da Àlex Rigola, - ha dichiarato il neo direttore Antonio Latella - penso ad una Biennale Teatro che possa focalizzare la propria attenzione sulla ricerca del talento, ovvero su ciò che può porre le basi per il futuro prossimo del nostro teatro. Registi, drammaturghi, attori che non hanno forse grande risonanza nel panorama teatrale di oggi, ma che già stanno lavorando per creare nuovi linguaggi della scena. Talenti capaci di coniugare tradizione e innovazione, impegnati in un continuo scambio con affermati Maestri del palcoscenico, per provare a definire, o almeno a farci intuire, il teatro di domani».
Il magistero di Latella ha saputo negli anni farsi apprezzare non solo per la capacità di leggere testi della tradizione (Goldoni, Eduardo, Shakespeare) quanto della contemporaneità (Pasolini, Genet, Fassbinder), ma ha anche mostrato con la sua Compagnia stabilemobile Antonio Latella come sia possibile continuare la grande tradizione italiana degli attori scavalca montagne, costruire con coerenza un percorso di ricerca che ha riportato al suo centro l'attore e la formazione attoriale. Ne è un esempio il recente progetto/spettacolo Santa Estasi, realizzato con gli attori/studenti dell'alto corso di formazione di Ert, una maratona teatrale dedicata alla saga degli Atridi, ma soprattutto il desiderio condiviso di andare al cuore del teatro, di interrogarne le origini, di ripartire dalla tragedia greca per creare un 'teatro dell'essere e dell'esserci' unico per l'Italia. Antonio Latella incarna l'evoluzione della regia critica, incarna la consapevolezza di un teatro d'attore e un teatro di regia che sanno fondersi con armonia, sanno declinare scrittura drammaturgica, pratica di palcoscenico, didattica dell'attore e, ermeneutica teatrale.
Alla Biennale di Venezia Antonio Latella è invitato più volte: nel 2004, nell'ambito del 36. Festival Internazionale del Teatro, con Bestia da stile di Pasolini, presentato in prima assoluta; nel 2007, al 39. Festival Internazionale del Teatro, con Pericle da William Shakespeare, interpretato dagli allievi dell'École des Maîtres diretta da Franco Quadri; nel 2014 è fra i Maestri di Biennale College – Teatro e nel 2015 al 43. Festival Internazionale del Teatro con la trilogia A. H., Caro George, MA.
Che la nomina di Antonio Latella sia l'inizio del giusto riconoscimento che deve andare a personalità della nostra scena – ormai ultraquarantenni – che in un paese non per vecchi avrebbero almeno da una decina d'anni ricoperto i ruoli di guida della realtà teatrale nazionale: stabili e affini... come accade in Europa. Antonio Latella alla Biennale Teatro è un bel segno, è la conferma – non solo la consacrazione – di come sia oggi impossibili prescindere dal suo teatro, come in Antonio Latella tradizione e innovazione si fondano nel segno di un alto sentire del teatro e del suo officiante: l'attore. Buon lavoro, Antonio Latella....

Ultima modifica il Martedì, 30 Agosto 2016 10:04

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via Garigliano 8, 20159 Milano MI, Italy
  • +39 347 9115958

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.