sabato, 17 novembre, 2018
Sei qui: Home / Attualità / DAL MONDO / Sinopsi testi
Sinopsi testi

Sinopsi testi (86)

Mercoledì, 27 Giugno 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

PROCESSO A SUSANNA STRIP
di Mariaraffaella Lanzara

Cosa può spingere una bella, giovane allieva del Liceo “Primo Asiner”, figlia di un noto deputato, a mostrare in aula le proprie fattezze…. agli sguardi divertiti ed increduli dei compagni? Vanità, spudoratezza o profondo sconforto? Certo è che l’episodio sconvolge la vita familiare e mette a nudo lo spaccato di una società dove egoismi, infedeltà e corruzione dominano ormai incontrastati. Si alternano così, a ritmo incessante, scene di esilarante comicità a volte anche grottesche e performances di profonda umanità. Tuttavia, dal fondo delle debolezze e delle inevitabili miserie, emerge il fiore della speranza ed alla fine lo spettatore si domanderà a quale generazione toccherà il testimone della fiducia e del ritorno ai valori inconfutabili della nostra esistenza ! Nel sorriso e nella risata scivola questo specchio della vita odierna ed attuale dove cultura, scuola, famiglia e costumi sono messi alla berlina, lasciando però quel filo di speranza che è la molla della vita e dell’amore.

Mercoledì, 27 Giugno 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

DI CHE SEGNO SEI?
Commedia brillante in due atti
di Mariaraffaella Lanzara

Una gustosa satira di costume particolarmente attuale e viva nei suoi riflessi umani e sociali. Socrate, un esperto ed affermato psicanalista, sollecitato dai suoi amici, si traveste da maga per aiutare Cecilia ad uscire dall’influenza di un “Mago Citrino” onnipresente nella sua vita familiare. Davanti a lei si alternano, così, personaggi che rappresentano il lato comico e ridicolo dell’umanità con tutti i suoi limiti, le debolezze, le manie tipiche della vita quotidiana. Lo psicanalista riesce a dimostrare e non solo a Cecilia, che la chiromanzia e l’astrologia non sono che un piccolo riflesso della psicanalisi. Ognuno può trovare la serenità e l’equilibrio dell’”io”, fidando soltanto sulle proprie forze, sui propri entusiasmi e non sulla credulità effimera ed illusoria della magia.

Mercoledì, 14 Marzo 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

PICNIC CON LA GRAMMATICA
di Fabio Sicari

La scena si rappresenta in un boschetto, con alberelli a forma di punti esclamativi e interrogativi, con rami e foglie e frutti costituiti di parole con doppio plurale o con doppio modo di scrivere e segni grafici (segni di punteggiatura, segni diacritici e altri segni tipografici), che rinviano ai primissimi fondamenti della grammatica italiana. Con questa commedia, Alfa e Beto, due giovani persone innamorate l’una dell’altro, a dirla tutta anche simpaticamente dispettosi, cercano di dare del tu ad alcuni semplici rudimenti della grammatica italiana. Senza volersi in alcun modo sostituirsi alle regole che s’imparano a scuola e sui testi scolastici, Alfa e Beto s’intrattengono in una goliardica scampagnata, durante la quale giocano con i suoni delle parole e con qualche piccolo precetto della lingua italiana. Lo scopo di questo particolarissimo picnic – se proprio gliene vogliamo trovare uno – è quello di avvicinarsi alle norme, a volte imbalsamate e atemporali, con lo spirito moderno: l’unica regola sempre giusta è il rispetto per le regole che cambiano.

Mercoledì, 28 Febbraio 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

GENGIS KAHN, NASCOSTA IN PIENA VISTA
di Patrizia Monaco

Trama: Il breve dramma – a lieto fine – si ispira alla storia vera della campionessa pakistana di squash, Maria Toorpakai Wazir, che fino all'adolescenza si è dovuta travestire da maschio per poter praticare gli sport ma soprattutto per vivere una vita piena. Una volta rivelata la sua identità è stata condannata a morte dai talebani. Aiutata a fuggire dalla sua eccezionale famiglia, tuttora in Pakistan, Maria Wazir vive attualmente in Canada. Oltre a occupare un'alta posizione nella classifica mondiale dello squash, ha fondato un'organizzazione per sostenere i diritti delle donne oppresse.

Finalista al Premio “In punta di penna” 2017 .

Mercoledì, 28 Febbraio 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

ATARGATIS, TRAGICOMMEDIA MEDITERRANEA
di Patrizia Monaco

Maggio 2015 – Le truppe dell'Isis entrano a Palmyra e nella furia iconoclasta abbattono la statua di ATARGATIS, dea siriana, prima raffigurazione di una sirena. ATARGATIS appiedata, si fa per dire, inizierà un viaggio avventuroso che, nell'intento di salvare almeno un migrante siriano, la porterà ad attraversare il mare Mediterraneo fino alla Liguria. Con l'aiuto di Nettuno, suo segreto spasimante, e Plutone riuscirà nel doppio intento di salvare la sua coppia di protetti e castigare con la pena del contrappasso i politici xenofobi che infestano la regione in cui abita l'autrice. Maggio 2016 – A Palmyra, riconquistata, risuonano le note di Bach fra i templi distrutti.

Targa Poggiani - Premio Calcante 2016. SIAD, Società Italiana Autori Drammatici.

“In un surreale intreccio di situazioni e personaggi l'Autrice immagina un incontro fra il giovane siriano Hachim distrutto dal dolore per la morte della sua amata fatta a pezzi da un gruppo di combattenti dell'Isis, e una divinità siriana - Atargatis - che, impietosita dalla sofferenza del ragazzo, lo aiuta a cercare di raggiungere l'Europa e, al tempo stesso, tenta l'impresa impossibile di riportare in vita la ragazza uccisa. … Una rivisitazione ironica e fantasiosa di alcuni dei più noti miti della letteratura occidentale (le sirene, Orfeo e don Giovanni), per parlare in modo non cronachistico del problema dei migranti e intessere una delicata storia d'amore, raccontata con sguardo apparentemente distaccato eppure capace di sincera compassione per la disperazione di chi è vittima della violenza.”

Mercoledì, 28 Febbraio 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

PANDORA, LA PRIMADONNA
di Patrizia Monaco

Pandora Bonomi, scomoda giornalista d'assalto, soprannominata “Primadonna” per le sue frequenti apparizioni in TV, sta indagando sulla morte di un giovane ricercatore italiano in Egitto. Al suo rientro a Milano, nella stessa giornata riceve misteriose mail in lingua inglese, quali : Curiosity killed the Cat - La curiosità ha ucciso il gatto - e due visite che segneranno il corso della sua vita. L'anziano portinaio della casa in cui viveva la madre le consegna una scatola che lei forse NON dovrebbe aprire e che contiene rivelazioni scottanti sulla morte del padre di lei, giornalista ucciso trent'anni prima. Le indagini furono insabbiate. La seconda visita è quella di un uomo dalle molteplici identità, mandato per farla tacere sulla sua inchiesta in corso, ma si sa che i gatti hanno sette vite... Dal vaso di Pandora uscirono tutti i mali del mondo. Sul viso del giovane ricercatore italiano torturato e ucciso in Egitto la madre disse che vi aveva visto tutto il male del mondo. Ho voluto quindi travasare nel vaso di Pandora tutta la mia indignazione, rabbia e dolore per l'ennesima morte di “stato”, insabbiata e depistata. Pandora è una giornalista investigativa molto coraggiosa che lotterà per affermare la verità e la giustizia, superando il senso di impotenza, poiché quando chi fa le leggi è colui che le infrange, non esiste più legge. Quando la logica del profitto sacrifica la verità agli interessi economici. Scritto sull'onda del dopo Brexit, affermazione di xenofobia, mentre il mondo si avvia a mettersi nelle mani di imbecilli sanguinari, quando il futuro è una belva neonata, solo il coraggio delle persone perbene la può addomesticare.

Patrizia Monaco, ad un anno dalla scomparsa di Giulio Regeni

Testo finalista al Premio Cendic-Segesta 2016

Mercoledì, 24 Gennaio 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

COME TE
di Maria Letizia Compatangelo

Due donne, due mondi separati, uno di fronte all’altro per un colloquio di lavoro. Ma presto si scoprirà che la giovane Irina vuole ben altro dall’affermata manager Lea. Tra loro il figlio Carlo... In un susseguirsi di colpi di scena, proprio quando la situazione sembra inserirsi nel consueto quadro dei problemi delle coppie di oggi, fa irruzione la proposta dirompente di Irina, una proposta “indecente” che spacca tutte le convenzioni, anche quelle supermoderne e superlaiche. Ci vuole un supplemento di amore, di amore per la vita, di fronte al quale le regole dei rapporti umani devono cedere, modificarsi e rischiare.

Mercoledì, 24 Gennaio 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

PRIGIONIERI AL 7° PIANO
di Maria Letizia Compatangelo

Due coniugi, Pino e Mariuccia, lui professore universitario ma ancora inquadrato come ricercatore, lei traduttrice dall’inglese di libri per l’infanzia, sono alle prese con un prestito che deve salvarli dalla rovina.
Una coppia normale, di individui che un tempo sarebbero appartenuti al ceto privilegiato degli intellettuali, messa sotto torchio dalla crisi e dalla disonestà altrui. Sì, perché tutti i risparmi glieli ha mandati in fumo la banca con investimenti truffaldini. Fortuna che almeno avevano già comprato la casa! Purtroppo è al settimo piano di un palazzone di periferia, in un quartiere che la vicinanza all’università ha reso appetibile per gli speculatori. E infatti un’Immobiliare ha comprato lo stabile, che vuole ristrutturare per venderne gli appartamenti a prezzi decuplicati, e ha già sfrattato tutti i vecchi inquilini. Non loro, certo, ma essere proprietari significa dover versare la propria quota per il restauro, una cifra enorme, mentre gli emissari dell’Immobiliare premono con “avvertimenti” minacciosi, che hanno la faccia da bello e dannato di Angelo, un ventenne cinico e corazzato. Prigionieri al settimo piano del palazzo in ristrutturazione, Pino e Mariuccia devono affrontare vari agguati del destino, sinché, finalmente, un prestito arriva, con un colpo di scena che lascia senza fiato protagonisti e spettatori e dà il via ad una serie rocambolesca di nuove situazioni, sino ad un finale sorprendente, che lascerà lo spettatore col sorriso sulle labbra… e una curiosa domanda nella testa.

Venerdì, 19 Gennaio 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

ON AIR IN ROME
di Elena Merlo

Lo scenario è semplice. Un noto speaker, con successo in lenta e inesorabile discesa, accetta di essere intervistato nello studio di una piccola radio americana a Roma, nella speranza di raggiungere un pubblico a lui fino a quel momento sconosciuto. In quel piccolo e per lui insignificante studio, conosce la donna delle pulizie che oltre a scopa e spazzolone sa usare la testa e la parola meglio di tanti lavoratori dello spettacolo. Nasce così una non cercata complicità che condurrà lo speaker ad una riflessione su se stesso e sul proprio arrogante approccio con il pubblico.

Venerdì, 19 Gennaio 2018
Pubblicato in Sinopsi testi
Scritto da

ANNI LUCE
di Giovanni Luca Montanino

La scena si rappresenta in un boschetto, con alberelli a forma di punti esclamativi e interrogativi, con rami e foglie e frutti costituiti di parole con doppio plurale o con doppio modo di scrivere e segni grafici (segni di punteggiatura, segni diacritici e altri segni tipografici), che rinviano ai primissimi fondamenti della grammatica italiana.
Con questa commedia, Alfa e Beto, due giovani persone innamorate l’una dell’altro, a dirla tutta anche simpaticamente dispettosi, cercano di dare del tu ad alcuni semplici rudimenti della grammatica italiana.
Senza volersi in alcun modo sostituirsi alle regole che s’imparano a scuola e sui testi scolastici, Alfa e Beto s’intrattengono in una goliardica scampagnata, durante la quale giocano con i suoni delle parole e con qualche piccolo precetto della lingua italiana. Lo scopo di questo particolarissimo picnic – se proprio gliene vogliamo trovare uno – è quello di avvicinarsi alle norme, a volte imbalsamate e atemporali, con lo spirito moderno: l’unica regola sempre giusta è il rispetto per le regole che cambiano.

Pagina 1 di 7

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.