martedì, 18 dicembre, 2018
Sei qui: Home / Attualità / DAL MONDO / Brisbane / Australia - Liam Scarlett, coreografo di grande talento per il "Sogno di una notte di mezza estate"

Australia - Liam Scarlett, coreografo di grande talento per il "Sogno di una notte di mezza estate"

Liam Scarlett Liam Scarlett

Australia
Liam Scarlett, coreografo di grande talento
per il "Sogno di una notte di mezza estate".

Ore 14,45. Nella sala grande, dove numerosi ventilatori lottano con il caldo australiano, ricorrendo anche all'apertura della porta che dà sul giardino ricco di alberi e popolato di pappagalli che si "ubriacano" mangiando le bacche, iniziano le prove di alcune scene del primo e secondo atto del "Sogno di una notte di mezza estate" di William Shakespeare, che ha debuttato il 1 aprile, al Queensland Performing Arts Centre con la Queensland Ballet, una compagine di quaranta ballerini tra uomini e donne, di diverse etnie che già di per sé sono uno spettacolo.
Le prove sono aperte agli allievi della scuola, una trentina di giovani promesse, presenti i quattro maîtres di balletto fissi, il direttore della compagnia Li Cunxin, con la consorte Mary Li, che collabora alle prove, la coreografa delegata al montaggio, Gillian Whittingham, e, giustamente, il coreografo Liam Scarlett; anche noi assistiamo alla prova per dovere professionale, ma curiosi soprattutto di vedere Liam Scarlett al lavoro, poiché ci era giunta voce che oggi questo giovane, formatosi presso il Royal Ballet di Londra, nonché coreografo residente, è uno dei migliori, se non il primo, nel panorama internazionale per creatività e sveltezza d'intenti.
Ciò che il coreografo doveva fare era la verifica del lavoro svolto da Gillian Whittingham. Una sorta di supervisione. La nostra curiosità è stata soddisfatta in pieno, perché in effetti lo abbiamo visto lavorare non tanto sui movimenti coreografici ben montati, bensì sull'interpretazione interiore dei personaggi, sui loro caratteri, sugli sguardi, sui dettagli espressivi, sui piccolissimi ritmi delle mani, sulle intenzioni dei sentimenti, sugli aspetti ironici che la commedia comporta, sulle sfumature espressive del volto; abbiamo ammirato la generosità con cui si prodigava nel dare le correzioni, ballando lui stesso ciò che gli altri dovevano eseguire. Senza risparmiarsi.
Seduto sempre per terra, assiste attentamente, ma è sempre pronto ad alzarsi, a mostrarsi agendo, spiegando con toni pacati; si ripete fino ad ottenere il risultato sperato, mentre sul fondo sala altri provano, seguendo i protagonisti del primo cast, per essere pronti nei successivi quattro previsti per coprire le 17 recite già tutte esaurite.
Si prova per un'ora e trenta il primo atto, poi pausa di alcuni minuti e si riprende la prova per il secondo atto, ancora un'ora e trenta.
Da questa esperienza cosa possiamo trarre: che alcune prove dovrebbero essere aperte al pubblico giovane, perché possa comprendere quanto lavoro di creatività occorre, quante "limature" di gesti, di azioni bisogna fare per ottenere il meglio del meglio. Ciò è quanto il pubblico non può sapere, lo può intuire, ma per meglio comprendere bisogna esserci, e vedere quanta cura e impegno i ballerini investono nel loro lavoro quando sanno di lavorare con un coreografo credibile, altruista, generoso e giusto.
E a fine prove applausi da tutti i ballerini per il lavoro svolto dal coreografo, che, non solo ha ringraziato lo staff dei collaboratori presenti in sala, principalmente Gillian Whittingham su cui poggia l'intera responsabilità dello spettacolo, ma ha voluto anche riepilogare verbalmente tutte le osservazioni che sono state fatte nel corso del lavoro svolto.

Ultima modifica il Martedì, 14 Giugno 2016 13:46

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.