venerdì, 21 settembre, 2018
Sei qui: Home / Attualità / Archivio / "DIARIO DI UN CORPO" di e con DANIEL PENNAC Sabato 8 e domenica 9 marzo – Teatro comunale di FERRARA

"DIARIO DI UN CORPO" di e con DANIEL PENNAC Sabato 8 e domenica 9 marzo – Teatro comunale di FERRARA

Daniel Pennac. Foto Pascal Victor, ArtComArt Daniel Pennac. Foto Pascal Victor, ArtComArt

Rimasto ben tre settimane in cartellone al Théâtre des Bouffes du Nord di Parigi, arriva in Italia e fa tappa anche al Teatro Comunale di Ferrara lo scrittore Daniel Pennac, che porta in scena nell'ambito della stagione di Prosa 2013/2014 la trasposizione teatrale del suo Journal d'un corps, racconto pubblicato in Italia da Feltrinelli nel 2012. Lo spettacolo, prodotto da Cict / Théâtre des Bouffes du Nord in coproduzione con Les Théâtres de la Ville de Luxembourg e, per l'Italia, con Laila, è in lingua francese con sopratitoli. Scene, luci e costumi sono curati da Oria Puppo, mentre l' animazione video è di Johan Lescure e le musiche di Jean Jacques Lemêtre.
Ambientato nell'agosto 2010, il racconto vede protagonista Lison, tornata a casa dopo il funerale del padre, e a cui viene consegnato un pacco, regalo post mortem del defunto genitore: un curioso diario del corpo che l'uomo ha tenuto dall'età di 12 anni fino agli ultimi giorni della sua vita, cioè a 87. Al centro delle pagine regna, con tutta la sua fisicità, il corpo dell'io narrante che accompagna il lettore nel mondo, facendocelo scoprire attraverso i sensi: la voce stridula della madre anaffettiva, l'odore dell'amata tata Violette, il sapore del caffè degli anni di guerra, il profumo della merenda povera a base di pane e mosto d'uva. E' il viaggio di una vita, tra grandezze e miserie, orgasmi impagabili e camminate per Parigi, dolori e gioie delle vulnerabili creature umane.
Daniel Pennac adatta e interpreta in prima persona il suo diario, dopo essere passato da un tempo cronometrato di 17 ore per la lettura del testo a un'ora e 20 minuti di lettura scenica. In scena c'è lui solitario sul palco, recita in francese con sovratitoli in italiano, ed è seduto davanti ad un tavolo coperto d'erba. La regista dello spettacolo Clara Bauer ha spiegato che la scena apporta al romanzo la materia stessa del teatro: la sua luce, il suo spazio, la sua durata, la fusione di un corpo unico con il grande corpo comune del pubblico: in breve, il mistero laico dell'incarnazione, che Pennac condivide con il pubblico, attraverso un'interpretazione straordinariamente viva, offrendo a questo diario quella dimensione personale che solo lui, in quanto autore, può rendere pienamente.

Ultima modifica il Sabato, 08 Marzo 2014 08:56
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Articoli correlati (da tag)

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.