Stampa questa pagina

26 gennaio a TORINO presso il teatro cap10100 e il 1 febbraio a REGGIO EMILIA, presso il Teatro Piccolo Orologio va in scena "Freddo-parole tra Glenn Gould e la sua sedia" di Carla Buttarazzi e Paolo Cecchetto

Carla Buttarazzi e Paolo Cecchetto in "Freddo-parole tra Glenn Gould e la sua sedia" Carla Buttarazzi e Paolo Cecchetto in "Freddo-parole tra Glenn Gould e la sua sedia"

Regia Carla Buttarazzi e Paolo Cecchetto
Con Carla Buttarazzi e Fabio Ghidoni
Aiuto regia Alessandra Roca

Freddo racconta i venticinque anni chiave della vita di Glenn Gould ed esplora il controverso stato di solitudine dell'uomo passando attraverso tutti i momenti fondamentali della sua esistenza: il primo concerto, il successo, le tournée, la decisione di abbandonare la carriera da concertista, l'innamoramento e la vita con la sua compagna, la passione per la registrazione, la crisi causata da una grave malattia alle dita, la guarigione e l'ultimo guizzo, l'ultima creazione prima della morte, l'immortale registrazione delle variazioni Goldberg. Glenn Gould rivive questo spaccato di vita grazie al dialogo con la sua compagna più fedele: la sua sedia da concerto antropomorfizzata in scena in una figura di donna. Il rapporto tra Glenn Gould e la sua sedia però, altro non è che la lotta interiore per il potere tra il genio e il suo talento.
Glenn Gould diventa qui archetipo del Musicista ispirato, della Rockstar tormentata dalla sua eccentricità, dai suoi eccessi e dalla sua maniacalità.

 

Ultima modifica il Mercoledì, 15 Gennaio 2014 10:11
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Ultimi da La Redazione

Video

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.