mercoledì, 12 dicembre, 2018
Sei qui: Home / ATTORI-REGISTI / S - T / Gianrico Tedeschi

Gianrico Tedeschi

Gianrico Tedeschi Gianrico Tedeschi

Nasce a Milano nel 1920. Attore di teatro, cinema e televisone, debutta con Sotto i ponti di New York (1947) di Maxwell Anderson, diplomandosi lo stesso anno all'Accademia d'Arte Drammatica di Roma e nel 1950 entra a fare parte della compagnia di Gino Cervi e Andreina Pagnani.

Nel 1952 partecipa a Tre sorelle di Anton Cechov e La locandiera di Carlo Goldoni, entrambe dirette da Luchino Visconti.

L'anno seguente interpretà La vedova allegra di Goldoni per la regia di Giorgio Strehler e La dodicesima notte di William Shakespeare sotto la direzione di Costa e Castellani. Successivamente entra nella compagnia del Teatro Stabile di Genova, dove ha la possibilità di partecipare a numerosi allestimenti tra cui Ondina di Giraudoux.

Gianrico Tedeschi

Attore di grande versatilità, Gianrico Tedeschi è a suo agio sia nel teatro brillante quanto nello straniamento brechtiano.

In più di sessant'anni di carriera, tra le tante interpretazioni si ricordano il Pantalone di Arlecchino servitore di due padroni (1961) e Sior Todero brontolon (1999) di Goldoni, L'opera da tre soldi (1973) di Bertolt Brecht diretto da Strehler, My Fair Lady (1963) di A.J. Lerner, La governante (1965) di Vitaliano Brancati diretta da Giuseppe Patroni Griffi, Timone d'Atene (1982) di Shakespeare e Tutto per bene (1989) di Luigi Pirandello, entrambi per la regia di Luigi Squarzina, Plaza Suite (1992) di Neil Simon, Il riformatore del mondo (1998) di Bernhard, per cui si aggiudicò il prestigioso Premio Ubu.

E' anche uno dei protagnisti della prosa televisiva, interpretando tra l'altro gli sceneggiati Delitto e castigo (1963) di Dostoevskij e Demetrio Pianelli (1963) di De Marchi, partecipando anche nel 1961 al varietà di Falqui Eva ed io con Bice Valori e Lina Volonghi e nel 1977 a Bambole non c'è una lira.

Tra le sue ultime interpretazioni Le ultime lune di Furio Bordon, La Rigenerazione di Italo Svevo e Smemorando, un eccezionale viaggio nel teatro del '900 per cui ha ricevuto al Teatro Nuovo di Milano il Premio Carlo Porta 2005 e dal Sindaco di Milano il prestigioso riconoscimento dell'Ambrogino d'Oro.

Ultima modifica il Domenica, 23 Giugno 2013 09:09
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.