lunedì, 18 giugno, 2018
Sei qui: Home / ATTORI-REGISTI / O - P / Maurizio Panici

Maurizio Panici

Maurizio Panici Maurizio Panici

Studia architettura, dal 1976 si dedica al teatro. Dal 1979 al 1990 è attore e si occupa in particolare di un progetto sul filosofo Friederich Nietzsche. Nel 1986 fonda la Cooperativa Argot, che si afferma come essenziale punto di riferimento per la drammaturgia contemporanea. Ed è proprio per l´attività svolta a favore della drammaturgia contemporanea, da sempre centrale nel suo lavoro, che riceve tre Biglietti d´Oro AGIS. Riceve inoltre nel 1993 il riconoscimento speciale IDI (Istituto del Dramma Italiano), nel 1994 il Premio Equa Mercede assegnato dal Sindacato Autori Drammatici, nel 1997 il Premio della Critica dell'Associazione Nazionale Critici di Teatro e nel 2007 il premio Franco Enriquez per la regia.

Testimoniano il suo costante impegno in questo settore la regia di numerosi testi di autori italiani: da Giuseppe Manfridi (L´inno dell´ultimo anno) ad Alberto Bassetti (Sopra e sotto il ponte), da Edoardo Erba (Vaiolo) a Pierpaolo Palladino (II cappello del papa), da Remo Binosi (Che magnifica serata) a Luca De Bei (La Spiaggia, Premio Flaiano 2001) a Sergio Pierattini (La Maria Zanella) i cui interpreti sono oggi alcuni tra i più interessanti protagonisti della scena italiana tra cinema e teatro (tra gli altri, Valerio Mastandrea, Massimo Wertmuller, Marco Giallini, Rolando Ravello, Paolo Triestino, Sabrina Impacciatore).

Una parte importante del suo impegno di regista è rivolta anche a restituire ai classici la loro originaria dimensione popolare : esemplari in tal senso Romeo e Giulietta del 1995 (debutto al festival di Borgio Verezzi) e Troilo e Cressida che inaugura la Biennale 1999 dei Giovani Artisti dell'Europa e del Mediterraneo, protagonisti Antonio Latella e Danilo Nigrelli.

Dalla collaborazione artistica con Pamela Villoresi e Arnaldo Pomodoro nascono nel 1996 Antigone di Anouilh e la riscrittura di Orestea/Atridi come guerra di mafia (Teatro Olimpico di Vicenza1998).

La Locandiera di Carlo Goldoni, protagonista Pamela Villoresi è ospite al Théatre des Italiens nel 2000, la commedia musicale Liliom di Ferenc Molnar con Massimo Venturiello, Fiorella Rubino e la partecipazione del Coro Le mystère des voix Bulgare debutta a Taormina Arte nell'agosto dello stesso anno, I Giganti della Montagna di Luigi Pirandello, con Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini inaugurano la Settimana Pirandelliana di Agrigento nel 2001.

Medea di Euripide va in scena al Teatro Antico di Taormina il 21 maggio 2003, ancora protagonista Pamela Villoresi, con la quale mette in scena successivamente una versione musicale di Lisistrata di Aristofane e Tre Sorelle di Anton Checov, ospitati nei più importanti teatri italiani.

Nell'estate 2004 inizia la sua collaborazione con l'Istituto del Dramma Popolare di San Miniato per il quale allestisce in prima rappresentazione in Italia Il Dilemma del Prigioniero di David Edgard – protagonisti Maria Paiato e Bruno Armando - e l'anno successivo Il Custode dell'Acqua dal romanzo di Franco Scaglia, vincitore SuperCampiello 2002, protagonisti Maurizio Donadoni e Carlo Simoni.

L'estate 2006 segna la ripresa della collaborazione con il Festival dei due Mari per il quale allestisce una Fedra di Seneca - protagonista quella Maria Paiato con la quale il percorso era iniziato anni addietro, prima con La Spiaggia di Luca de Bei, poi Cinema Impero di Roberto Cavosi - coprotagonista Mascia Musy - e infine La Maria Zanella di Sergio Pierattini per il quale l'attrice ha ricevuto nel 2005 il PremioUbu. Nel 2007 va in scena, sempre al Teatro Antico di Tindari, Antigone da Sofocle protagonisti Edoardo Siravo e Silvia Siravo.

L'estate 2006 è anche l'anno di Sul Lago Dorato con Arnoldo Foà e Erica Blanc, che debutta al Festival di Borgio Verezzi.

Nella stagione 2007/2008 ancora due regie che tracciano un percorso articolato ma sempre rivolto al contemporaneo: da un lato l'allestimento di Sinfonia d'autunno di Ingmar Bergman con le straordinarie Rossella Falk e Maddalena Crippa, dall'altro la messa in scena di una commedia francese di Jean – Marie Chevret che ha ricevuto il Premio de la Solidarité et de l'Anti-Racisme attribuito dalle ONG dell'ONU (un premio per la prima volta assegnato a un autore teatrale), L'appartamento è occupato! (Le Squat) protagonista Paola Gassman.

Infine nella stagione 2008/2009- al Teatro Manzoni di Pistoia- debutta con Marlene, novità assoluta di Giuseppe Manfridi, protagonista Pamela Villoresi insieme a Orso Maria Guerrini e David Sebasti : una commedia che, penetrando nel "dietro le quinte" della vita della Dietrich, scandisce in tre capitoli le vicende di un'avventura umana sensazionale.

Ultima modifica il Lunedì, 24 Giugno 2013 10:17
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.