lunedì, 21 gennaio, 2019
Sei qui: Home / ATTORI-REGISTI / I - J / Andrea Jonasson

Andrea Jonasson

Andrea Jonasson Andrea Jonasson

Nata a Friburgo, Andrea Jonasson si è formata alla Scuola d'Arte Drammatica di Monaco, quindi alla scuola prestigiosa di Gustav Grundgens ad Amburgo dove inizia l'attività professionistica. Per due anni è in cartellone allo Schauspielhaus di Zurigo; subito dopo è chiamata direttamente da Friedrich Durrenmat, quindi prende avvio una parallela carriera televisiva. Tornata ad Amburgo, riceve il premio "Goldene Kamera" per la sua interpretazione del film "Il lutto si addice ad Elettra".

Nel '73 incontra Giorgio Strehler a Salisburgo, mentre è "Regina Margherita" nel "Gioco dei Potenti" di Shakespeare. Sposato Strehler nell' 81, divide la sua vita tra il Piccolo di Milano e il Burgtheater dim Vienna: da allora ha sempre recitato in entrambi i teatri, sia in lingua tedesca che in italiano, ruoli principali in Goldoni, Brecht, Shakespeare, Goethe, Marivaux, Wilde, Ibsen, Pirandello. Nel tour americano del '94, la sua interpretazione di Ilse nei pirandelliani "Giganti della Montagna" ha fatto sì che il "New York Times" avesse a paragonarla alla grande Duse e a Sarah Bernhardt.

Troppo presto

Giorgio Strehler – Dicembre 1997

Perché la scomparsa

di un uomo che non hai mai incontrato

ha il potere

di fartene sentire la mancanza?

Si manifesta assai di rado

questo grande turbamento

dell'anima.

Occorre che il bene che quell'uomo ha fatto

sia incommensurabile

al pari della nostra gratitudine

verso di lui.

Era un mondo migliore

Quando quell'uomo ne faceva parte.

E anche se ci riavremo

Dal dolore per la sua perdita

Nessuno di noi potrà dimenticare

La sua rabbia per averci

Compresi

La verità che andava dichiarando

Quando altri

Brancolavano nel buio

In cerca del loro posto al centro della scena.

Non dovrei, ma è inevitabile, rimpiangere

Di non averlo mai conosciuto

Perché, senza saperlo, lui conobbe noi tutti.

Il bene che quest'uomo ha fatto è incommensurabile

E la nostra gratitudine verso di lui,

Come le verità che andava affermando,

dev'essere una ricerca senza fine

del bene che anche noi possiamo fare...

Ultima modifica il Sabato, 22 Giugno 2013 15:54
La Redazione

Questo articolo è stato scritto da uno dei collaboratori di Sipario.it. Se hai suggerimenti o commenti scrivi a comunicazione@sipario.it.

Iscriviti a Sipario Theatre Club

Il primo e unico Theatre Club italiano che ti dà diritto a ricevere importanti sconti, riservati in esclusiva ai suoi iscritti. L'iscrizione a Sipario Theatre Club è gratuita!

About Us

Abbiamo sempre scritto di teatro: sulla carta, dal 1946, sul web, dal 1997, con l'unico scopo di fare e dare cultura. Leggi la nostra storia

Get in touch

  • SIPARIO via G. Rosales 3, 20124 Milano MI, Italy
  • +39 02 65 32 70

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie è possibile consultare la cookie policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie.

Per saperne di più clicca qui.